Il taglio corto fem­mi­nile è da sem­pre dif­fi­cile da siste­mare per­ché limita for­te­mente l’utilizzo di fer­ma­gli, ela­stici e mol­lette, per­mette però di indos­sare, se curato e accon­ciato, chiome leg­gere e per­so­na­liz­zate comode da por­tare e in linea con la pro­pria per­so­na­lità. E’ fon­da­men­tale la scelta della lun­ghezza e del taglio in base alla forma del viso: cre­ste, frange mor­bide, pet­ti­na­ture asim­me­tri­che e con meches sfu­mate, le varianti sono tantissime.

Le accon­cia­ture per capelli corti sono molte, vi pro­po­niamo 6 accon­cia­ture estive da sfog­giare que­sta stagione.

  • Raf­fi­nato. Un taglio liscio per le grandi occa­sioni. Capelli ordi­nati con crema lisciante, pet­ti­nati ancora umidi. Dopo l’asciugatura è utile un colpo di pia­stra per i ciuffi più indisciplinati.
  • Ondu­lato. Va bene se i capelli hanno una lun­ghezza media. Si gioca tutto sull’uso esperto dell’arricciacapelli, uti­liz­zando un latte model­lante di facile assor­bi­mento, spo­stando la riga cen­trale di a lato.
  • Da tee­na­ger. Un look model­lato con gel, spuma e crema lavo­rando su ogni sin­golo ciuffo, ren­den­dolo dritto, sti­ran­dolo coi pol­pa­strelli. L’effetto finale sarà un taglio fre­sco e sba­raz­zino. Uno spruzzo di lacca non gua­sta mai, ma senza esagerare.
  • Asim­me­trico. Un look deciso e un po’ andro­gino. La natura del taglio in que­sto caso è fon­da­men­tale, ma anche uti­liz­zare il gel può aiu­tare a ride­fi­nire il tutto in modo personale.
  • Volu­miz­zante. uti­liz­zando uno spray volu­miz­zante si può otte­nere un effetto liscio ma gon­fio adatto a chi vuole arric­chire il pro­prio viso. Si trac­cia la riga di lato e si spruzza la chioma con uno spray. L’asciugatura è la fase prin­ci­pale, biso­gna uti­liz­zare spaz­zola e phon assieme avvol­gendo i capelli dalle punte e salendo verso l’alto. Atten­zione se si hanno i capelli sot­tili, lo sty­ling risulta più com­pli­cato e dif­fi­cile da mantenere.
  • Vin­tage. Un taglio dal sapore retrò che fa molto anni 50. I capelli pos­sono assu­mere molte varianti a seconda degli anni a cui vi ispi­rate, pos­sono essere spaz­zo­lati tutti da un lato, lasciando libero l’orecchio del lato oppo­sto creando delle pic­cole sulle punte.

Il taglio migliore è sem­pre quello che riflette la vostra per­sona, non abbiate paura di osare.

(Credits: http://www.pinkblog.it/galleria/acconciature-capelli-corti/1)