La coda di cavallo è una accon­cia­tura pra­tica e comoda, giu­sta per que­sta calda sta­gione estiva, con la quale è pos­si­bile sbiz­zar­rirsi con alcune sim­pa­ti­che varianti. Una solu­zione imme­diata per siste­mare i capelli, anche i più ribelli, in mol­tis­sime occa­sioni, è un’acconciatura sem­plice che non perde mai il suo appeal. I capelli devono neces­sa­ria­mente avere una certa lun­ghezza per poterli rac­co­gliere in code di cavallo di diverso tipo, alcune par­ti­co­lari, volu­mi­nose, intrec­ciate o mini­mal, come quelle di alcune star del mondo dello spettacolo.

La coda di cavallo è spesso asso­ciata ad un look casual, da “indos­sare” quando non si ha tempo e voglia di occu­parsi della pro­pria pet­ti­na­tura. Ulti­ma­mente però è diven­tata una accon­cia­tura gla­mour con diverse opzioni, por­tata da mol­tis­sime star del cinema e dello spet­ta­colo come Gwy­neth Pal­trow e Pene­lope Cruz. Code late­rali ideali per chi ha i capelli mossi oppure por­tate molto in alto, trecce mor­bide o con cioc­che più o meno ondu­late. Recen­te­mente sono di ten­denza le code mor­bide por­tate basse e late­rali, un look molto ver­sa­tile adatto per dif­fe­renti situa­zioni, for­mali e non. Per ricreare que­sta pet­ti­na­tura molto flo­reale è oppor­tuno legare i capelli late­ral­mente e poi deli­ca­ta­mente con le dita allen­tate i capelli sopra l’orecchio e libe­rate alcune cioc­che. Più natu­rale è il risul­tato e meglio è per que­sta acconciatura.

La coda di cavallo è un look per­fetto per l’estate, comodo, fre­sco e per­so­na­liz­zato in base al viso della per­sona che lo porta, par­ti­co­lar­mente indi­cato per chi vuole man­te­nere i capelli lun­ghi anche in que­sta calda sta­gione estiva. Una valida alter­na­tiva può essere il taglio corto e sca­lato, con influenze rock come quello di Emma Mar­rone e Dolcenera.