Le exten­sion sono delle cioc­che di capelli veri o sin­te­tici che ven­gono inse­rite tra quelle natu­rali. Que­sta tec­nica è stata creata negli anni ’80 ed è oggi molto usata per infol­tire o allun­gare i capelli, oppure sem­pli­ce­mente per cam­biare look.

Molti scon­si­gliano di uti­liz­zarle per­chè sosten­gono che rovi­nino i capelli e li fac­ciano cadere. Vediamo insieme le carat­te­ri­sti­che delle extension.

Le exten­sion ven­gono appli­cate in vari modi: si pos­sono fis­sare all’attaccatura dei capelli con della che­ra­tina che funge da colla, oppure con dei nodi. Uti­liz­zando la che­ra­tina, si pos­sono appli­care molte cioc­che e infol­tire in modo con­si­stente e dura­turo (diversi mesi) la chioma, ma a lungo andare que­sta tec­nica rovina i capelli, li inde­bo­li­sce e può dare aller­gie. Inol­tre se si desi­dera eli­mi­nare le exten­sion è neces­sa­rio usare un acido per sco­gliere la che­ra­tina, che però dan­neg­gia i capelli.

Se invece si fis­sano le exten­sion con i nodi, metodi chia­mati afri­cano o bra­si­liano, le cioc­che ven­gono anno­date o cucite alla base dei capelli, senza colle quindi senza danni per cute e capelli, ma in que­sto caso la durata è minore.

Esi­stono infine exten­sion da appli­care con clip, che non dan­neg­giano i capelli ma hanno una durata breve.

Per quanto riguarda le cioc­che da appli­care, come già detto, esi­stono quelle di capelli veri e quelle sin­te­ti­che: logi­ca­mente le prime donano un effetto più natu­rale e sono anche più costose.

Per evi­tare qual­siasi tipo di pro­blema si con­si­glia sem­pre di affi­darsi a un pro­fes­sio­ni­sta serio che usi solo pro­dotti di qua­lità che rispet­tino cute e capelli, e quindi con­si­gliamo di dif­fi­dare dei prezzi troppo bassi.