Que­sta esta­te regna incon­tra­sta­to il taglio asim­me­tri­co sia per l’uomo che per la don­na. Un taglio meno omo­lo­ga­to e sem­pre più per­so­na­liz­za­bi­le che si adat­ta a mol­te tipo­lo­gie di sti­le e di viso. I capel­li in que­sto caso pos­so­no esse­re por­ta­ti cor­ti o con una lun­ghez­za medio — lun­ga. Per l’uomo sono ban­di­te le rasa­tu­re com­ple­te, tor­na inve­ce di moda anche la cre­sta spet­ti­na­ta, diver­sa però da quel­la sim­me­tri­ca e mol­to pro­nun­cia­ta che ave­va spo­po­la­to qual­che anno sul­le teste di gio­ca­to­ri di cal­cio e di mol­ti per­so­nag­gi del­lo spet­ta­co­lo.

Un taglio uomo esti­vo, che pre­ve­de una cre­sti­na mor­bi­da e deci­sa­men­te spet­ti­na­ta, che ai lati e nel­la par­te poste­rio­re vie­ne evi­den­zia­ta da una rasa­tu­ra lie­ve, non esa­ge­ra­ta. I capel­li nel­la par­te supe­rio­re ven­go­no por­ta­ti in modi diver­si a secon­da del vostro sti­le e del­le vostre pre­fe­ren­ze. Uno sti­le che può esse­re spet­ti­na­to con influen­ze etni­che, oppu­re uno più cura­to col ciuf­fo por­ta­to late­ral­men­te. Ci sono poi evi­den­ti richia­mi agli anni 50, con tagli roc­ka­bil­ly che ricor­da­no il pri­mo Elvis Pre­sley. La fron­te deve esse­re mostra­ta, por­tan­do i capel­li in alto oppu­re late­ra­li, un taglio spet­ti­na­to che deve risul­ta­re il più natu­ra­le pos­si­bi­le.

Altro aspet­to sem­pre più impor­tan­te è la bar­ba por­ta­ta incol­ta ma cura­ta. Una bar­ba pre­fe­ri­ta dal ses­so fem­mi­ni­le è quel­la non trop­po fol­ta, che ha al mas­si­mo una set­ti­ma­na. Quest’anno la moda dice no agli uomi­ni com­ple­ta­men­te gla­bri in vol­to, tor­na­no i baf­fi che pos­so­no esse­re accom­pa­gna­ti dal­la bar­ba incol­ta e devo­no esse­re deci­sa­men­te pie­ni e fol­ti. Atten­zio­ne però che non stan­no bene a tut­ti, biso­gna inol­tre curar­li mol­to e rico­no­sce­re quan­do pro­prio non sono adat­ti al vostro viso.

Un taglio spet­ti­na­to e una bar­ba incol­ta pos­so­no inol­tre par­zial­men­te masche­ra­re lie­vi dira­da­men­ti e cal­vi­zie. Atten­zio­ne però ai rag­gi del sole in que­sta sta­gio­ne e a non abu­sa­re con tin­te e cosme­ti­ci, l’effetto può esse­re deci­sa­men­te dele­te­rio. Se si è affet­ti da que­ste pro­ble­ma­ti­che con­si­glia­mo sem­pre una visi­ta pre­ven­ti­va pres­so cen­tri spe­cia­liz­za­ti e ado­pe­ra­re pro­dot­ti anti­ca­du­ta real­men­te spe­ci­fi­ci per la pro­ble­ma­ti­ca da trat­ta­re.

(Cre­di­ts: http://it.eurosport.yahoo.com/120601/46/3w50y.html)