Que­sta estate regna incon­tra­stato il taglio asim­me­trico sia per l’uomo che per la donna. Un taglio meno omo­lo­gato e sem­pre più per­so­na­liz­za­bile che si adatta a molte tipo­lo­gie di stile e di viso. I capelli in que­sto caso pos­sono essere por­tati corti o con una lun­ghezza medio — lunga. Per l’uomo sono ban­dite le rasa­ture com­plete, torna invece di moda anche la cre­sta spet­ti­nata, diversa però da quella sim­me­trica e molto pro­nun­ciata che aveva spo­po­lato qual­che anno sulle teste di gio­ca­tori di cal­cio e di molti per­so­naggi dello spettacolo.

Un taglio uomo estivo, che pre­vede una cre­stina mor­bida e deci­sa­mente spet­ti­nata, che ai lati e nella parte poste­riore viene evi­den­ziata da una rasa­tura lieve, non esa­ge­rata. I capelli nella parte supe­riore ven­gono por­tati in modi diversi a seconda del vostro stile e delle vostre pre­fe­renze. Uno stile che può essere spet­ti­nato con influenze etni­che, oppure uno più curato col ciuffo por­tato late­ral­mente. Ci sono poi evi­denti richiami agli anni 50, con tagli roc­ka­billy che ricor­dano il primo Elvis Pre­sley. La fronte deve essere mostrata, por­tando i capelli in alto oppure late­rali, un taglio spet­ti­nato che deve risul­tare il più natu­rale possibile.

Altro aspetto sem­pre più impor­tante è la barba por­tata incolta ma curata. Una barba pre­fe­rita dal sesso fem­mi­nile è quella non troppo folta, che ha al mas­simo una set­ti­mana. Quest’anno la moda dice no agli uomini com­ple­ta­mente gla­bri in volto, tor­nano i baffi che pos­sono essere accom­pa­gnati dalla barba incolta e devono essere deci­sa­mente pieni e folti. Atten­zione però che non stanno bene a tutti, biso­gna inol­tre curarli molto e rico­no­scere quando pro­prio non sono adatti al vostro viso.

Un taglio spet­ti­nato e una barba incolta pos­sono inol­tre par­zial­mente masche­rare lievi dira­da­menti e cal­vi­zie. Atten­zione però ai raggi del sole in que­sta sta­gione e a non abu­sare con tinte e cosme­tici, l’effetto può essere deci­sa­mente dele­te­rio. Se si è affetti da que­ste pro­ble­ma­ti­che con­si­gliamo sem­pre una visita pre­ven­tiva presso cen­tri spe­cia­liz­zati e ado­pe­rare pro­dotti anti­ca­duta real­mente spe­ci­fici per la pro­ble­ma­tica da trattare.

(Cre­dits: http://it.eurosport.yahoo.com/120601/46/3w50y.html)