Il Festi­val di San­re­mo è sem­pre mol­to chiac­chie­ra­to e sa come far par­la­re di se.
Oggi voglia­mo par­lar­vi dei tagli di capel­li e del­le accon­cia­tu­re più bel­le del­le don­ne di San­re­mo, sia can­tan­ti che val­let­te, e maga­ri trar­ne qual­che spun­to.

I più stra­va­gan­ti sono i tagli cor­ti, come quel­li di Emma Mar­ro­ne e di Dol­ce­ne­ra. Entram­bi cor­ti ma mol­to diver­si fra loro: quel­lo di Emma è un taglio ela­bo­ra­to, con note­vo­li dif­fe­ren­ze di lun­ghez­ze fra il ciuf­fo late­ra­le lun­go, il lato e il die­tro mol­to cor­to qua­si rasa­to, che lei por­ta drit­to, ric­cio o all’indietro con “bana­na”, men­tre il taglio di Dol­ce­ne­ra è mol­to cor­to, con capel­li scu­ri, ciuf­fi spet­ti­na­ti e grin­to­si e sicu­ra­men­te da nota­re il ciuf­fo verde/blu sul davan­ti. Segna­lia­mo anche il nuo­vo look di Ari­sa , un taglio sem­pli­ce cor­to, con una fran­gia pie­na sti­le anni ‘60.

Guar­dan­do poi le lun­ghez­ze medie, tro­via­mo la pet­ti­na­tu­ra di Noe­mi, un caschet­to cre­spo e disor­di­na­to e rosso/arancio acces­so, mol­to visto­so, por­ta­to dal­la can­tan­te sia sciol­to che rac­col­to mor­bi­do e che con­tra­sta con il caschet­to lun­go con fran­gia cor­po­sa color casta­no, mol­to com­po­sto e sofi­sti­ca­to sfog­gia­to da Sil­via Mez­za­not­te dei Matia Bazar.

Da nota­re è cer­ta­men­te l’acconciatura vin­ta­ge anni ‘50 di Nina Zil­li, mol­to coto­na­ta ed appa­ri­scen­te del­la pri­ma sera­ta, che ricor­da sicu­ra­men­te lo sti­le di Amy Wine­hou­se, e anche la lun­ga trec­cia late­ra­le sfog­gia­ta la sera suc­ces­si­va.

Non han­no volu­to osa­re inve­ce le can­tan­ti Ire­ne For­na­cia­ri, Lore­da­na Ber­tè che si sono esi­bi­te con del­le accon­cia­tu­re fin trop­po sobrie e dai colo­ri scu­ri e spen­ti, e le sho­w­girl Iva­na Mra­zo­va , Belen Rodri­guez e Eli­sa­bet­ta Cana­lis che si sono pre­sen­ta­te con tagli lun­ghi e sciol­ti o accon­cia­tu­re mol­to sem­pli­ci e chic come chi­gnon e rac­col­ti mor­bi­di, con qual­che col­po di sole o rifles­so più chia­ro.

Aspet­tan­do le ulti­me sera­te, qual è la vostra accon­cia­tu­ra pre­fe­ri­ta?

(Foto: www.vanityfair.it, liquida.it, donna.tuttogratis.it, italiamagazineonline.it, bellezza.pourfemme.it)