Sole e caldo in que­sti giorni si fanno sen­tire, l’estate sta per esplo­dere e per­ché non farsi coin­vol­gere con un taglio adatto alla sta­gione che sta arrivando?

Una delle tipo­lo­gie di taglio pre­fe­rito dalle donne durante l’estate è quello corto, per­ché molto più pra­tico da gestire. Que­sto tipo di lun­ghezza richiede meno tempo di asciu­ga­tura, è più facile da pet­ti­nare e accon­ciare e soprat­tutto risulta molto fresco.

Il taglio può essere spet­ti­nato, disci­pli­nato, asim­me­trico, insomma per­mette dav­vero una grande libertà di gioco con le forme.

Dalle pas­se­relle arri­vano alcune idee:

  • Tagli d’ispirazione punk, che vedono rasa­ture late­rali, colpi di for­bici irre­go­lari e accon­cia­ture di cioc­che con effetto bagnato scol­pite con lacca super lucidante;
  • Tagli alla Garçonne, cioè “alla maschietta” che affonda le sue ori­gini negli anni ’20, dove le lun­ghezze sono molto corte e il volume è sapien­te­mente con­trol­lato dalla sti­ra­tura dei capelli;
  • Tagli sfi­lati, le varie sfu­ma­ture di lun­ghezze pos­sono variare anche sen­si­bil­mente sulla nuca o sulla fronte e i capelli sono accon­ciati in maniera naturale;
  • Tagli Carrè, dove il must è rivi­si­tato in chiave moderna con l’effetto mosso e bagnato;
  • Tagli retrò anni ’50, nei quali i capelli sono pet­ti­nati all’indietro e asciu­gati con le punte all’insù. Per que­sta variante il taglio può essere abbi­nato a una fascia o fou­lard colo­rati indos­sati in vari modi, o anno­dati die­tro la nuca oppure sulla fronte a secondo dell’occasione.

Non resta che pro­vare, a ognuna il suo taglio!