Spes­so e volen­tie­ri i pro­ble­mi lega­ti alla per­di­ta di capel­li sono attri­bui­ti esclu­si­va­men­te agli uomi­ni, in real­tà come già abbia­mo ampia­men­te dibat­tu­to, l’alo­pe­cia fem­mi­ni­le è sem­pre più sen­ti­ta anche dal­le don­ne. Un buon 40% di chi affron­ta tale disa­gio è infat­ti di ses­so fem­mi­ni­le. La cadu­ta dei capel­li fem­mi­ni­le però si mani­fe­sta in modo dif­fe­ren­te, il più del­le vol­te con un leg­ge­ro dira­da­men­to in deter­mi­na­te zone del capo che può esse­re segui­to da un ecces­so di cadu­ta dei capel­li.

Le cau­se prin­ci­pa­li sono indub­bia­men­te l’età e l’invecchiamento, quin­di cau­se gene­ti­che e ormo­na­li. Anche la pil­lo­la anti­con­ce­zio­na­le può esse­re un nemi­co in tal sen­so, la gra­vi­dan­za, oppu­re la sin­dro­me dell’ovaio poli­ci­sti­co. Altri fat­to­ri nega­ti­vi sono l’uso di far­ma­ci anti­coa­gu­lan­ti o quel­li con­tro la pres­sio­ne alta, malat­tie car­dia­che e depres­sio­ne. Lo sta­to psi­co­fi­si­co influen­za la salu­te dei nostri capel­li, per que­sto è bene man­te­ne­re in pri­mis uno sti­le di vita sano evi­tan­do situa­zio­ni di for­te stress e sbal­zi fisi­ci indot­ti da die­te ecces­si­ve. Vedia­mo assie­me alcu­ni con­si­gli pre­zio­si per pre­ve­ni­re la cadu­ta dei capel­li nel­la don­na, buo­ne pra­ti­che e pic­co­li accor­gi­men­ti mol­to uti­li anche per gli uomi­ni.

  1. Ave­re uno sti­le di vita il più pos­si­bi­le sano, con un’ali­men­ta­zio­ne cor­ret­ta. Non ecce­de­re coi gras­si e non far­si man­ca­re ammi­noa­ci­di e nutrien­ti essen­zia­li. Caren­ze pro­tei­che o ecces­si di vita­mi­na A pos­so­no aggra­va­re il pro­ble­ma.
  2. Duran­te i cam­bi di sta­gio­ne ricor­re­re ad inte­gra­to­ri mira­ti, per col­ma­re lacu­ne nutri­zio­na­li ed aumen­ta­re le dife­se, ovvia­men­te se neces­sa­rio e su con­si­glio del tri­co­lo­go di fidu­cia.
  3. Non usa­re pet­ti­na­tu­re trop­po stret­te. Chi­gnon, trec­ci­ne afro e code di caval­lo trop­po stret­ti pro­vo­ca­no, nel lun­go perio­do impor­tan­ti irri­ta­zio­ni del cuo­io capel­lu­to.
  4. I capel­li dovreb­be­ro esse­re lava­ti con sham­poo neu­tri o anti­ca­du­ta a secon­da del tipo di capel­li. Lava­re i capel­li ogni gior­no per sti­mo­la­re l’ossigenazione dei capel­li, dopo ogni deter­sio­ne non fri­zio­na­re trop­po con l’asciugamano ma tam­po­na­re. Quan­do sono bagna­ti i capel­li sono più fra­gi­li e spaz­zo­lar­li o stro­fi­nar­li in que­sta fase può esse­re dele­te­rio, tam­po­na­te­li deli­ca­ta­men­te e asciu­ga­te­li col phon tie­pi­do, non trop­po cal­do per­ché può cau­sa­re irri­ta­zio­ni al cuo­io e l’insorgere di sebo. Atten­zio­ne con la pia­stra, modu­la­te la tem­pe­ra­tu­ra pri­ma dell’utilizzo e non abu­sa­te di que­sto stru­men­to.
  5. Il miglior con­si­glio è quel­lo di rivol­ger­si a cen­tri tri­co­lo­gi­ci spe­cia­liz­za­ti che pos­so­no valu­ta­re attra­ver­so un’attenta anam­ne­si il pro­ble­ma del­la per­so­na e stu­dia­re le solu­zio­ni più adat­te al caso. Ria­ve­re capel­li sani e for­ti dipen­de mol­to da voi ma anche dai pro­dot­ti e dai trat­ta­men­ti che uti­liz­za­te. I trat­ta­men­ti fai da te sono più dan­no­si che altro, per que­sto la con­su­len­za di esper­ti del set­to­re è con­si­glia­ta nell’attesa che la cura abbia effet­to con­si­glia­mo di anda­re da un bra­vo hair sty­li­st che potrà con­si­glia­re su tagli e truc­chi per copri­re le even­tua­li man­can­ze con par­ti­co­la­ri accon­cia­tu­re. Un insie­me di ser­vi­zi di que­sto tipo sono offer­ti pro­prio dai Cen­tri tri­co­lo­gi­ci spe­cia­liz­za­ti in trat­ta­men­ti per la cura dei pro­ble­mi di capel­li come cal­vi­zie, for­fo­ra e gras­so cuta­neo.

Non tra­scu­ra­te le vostre chio­me duran­te que­sto perio­do dell’anno, per­ché i capel­li in esta­te pos­so­no inde­bo­lir­si e cade­re a cau­sa dell’effetto con­giun­to del sole e del mare, sen­za con­ta­re il clo­ro del­la pisci­na.