Fino­ra vi abbia­mo det­to cosa fare per la salu­te e la bel­lez­za dei vostri capel­li, ma allo stes­so modo esi­sto­no cose che con­vie­ne evi­ta­re per non dan­neg­giar­li ed inde­bo­lir­li.

Oggi, quin­di, voglia­mo par­ti­re da un con­cet­to base: non vi è capel­lo più bel­lo del capel­lo sano.
Si sba­glia mol­to spes­so, nel cer­ca­re di “abbel­lir­si” le chio­me, sot­to­po­nen­do­le a trat­ta­men­ti este­ti­ci che ci dona­no un’apparenza tem­po­ra­nea miglio­re, men­tre al con­tra­rio non fan­no altro che agi­re nega­ti­va­men­te all’interno.

Vi voglia­mo dare quin­di una lista di nemi­ci pub­bli­ci per la salu­te del­le vostre chio­me:

  1. LA PIASTRA: L’innovazione tec­no­lo­gi­ca non è anco­ra sta­ta in gra­do di pro­dur­re una pia­stra che lasci inden­ni i nostri capel­li, quin­di biso­gna sta­re estre­ma­men­te atten­ti all’utilizzo che se ne fa. Sba­glia­tis­si­mo è usar­la quo­ti­dia­na­men­te e usar­la su capel­li non anco­ra com­ple­ta­men­te asciut­ti; il calo­re infat­ti dan­neg­gia irri­me­dia­bil­men­te la strut­tu­ra del capel­lo, disi­dra­tan­do le pro­tei­ne che lo com­pon­go­no, e que­sto a lun­go ter­mi­ne potrà por­tar­vi ad ave­re una capi­glia­tu­ra dall’aria spen­ta e pie­na di dop­pie pun­te. Cosa con­si­glia­mo? Usa­te­la sal­tua­ria­men­te – pos­si­bil­men­te affi­dan­do­vi alle mani di un buon par­ruc­chie­re – e non dimen­ti­ca­te di usa­re un pro­dot­to pro­tet­ti­vo pri­ma del pas­sag­gio su capel­li ben asciut­ti.
  2. PERMANENTE E STIRATURA: Il pro­ble­ma del pri­mo trat­ta­men­to este­ti­co è che alte­ra irri­me­dia­bil­men­te la strut­tu­ra del capel­lo dan­do­gli la for­ma ric­cia desi­de­ra­ta. Le sostan­ze chi­mi­che che pene­tra­no nel­le squa­me dei capel­li però rom­po­no i lega­mi di zol­fo pro­pri del­la cate­na di che­ra­ti­na del capel­lo, rico­struen­do­li arric­cia­ti. Non è pos­si­bi­le però ritor­na­re ai lega­mi ori­gi­na­li dei capel­li che via via, sot­to­po­nen­do­li ripe­tu­ta­men­te alla per­ma­nen­te, reste­ran­no sen­za lega­mi chi­mi­ci e quin­di sen­za il suo aspet­to sano e for­te. Per la sti­ra­tu­ra, il pro­ces­so è con­tra­rio a quel­lo del­la per­ma­nen­te, cau­san­do però gli stes­si effet­ti cata­stro­fi­ci.
  3. TINTE CHIMICHE: Anche in que­sto caso, non esi­sto­no tin­te chi­mi­che che non sia­no un dan­no per la salu­te del nostro cuo­io capel­lu­to. Esse infat­ti sol­le­va­no le squa­me del capel­lo per cam­biar­ne la colo­ra­zio­ne, in que­sto modo però il capel­lo si inde­bo­li­rà e rovi­ne­rà per­den­do lucen­tez­za e mor­bi­dez­za al tat­to. Cosa con­si­glia­mo? Se il vostro pro­ble­ma è la com­par­sa di qual­che capel­lo bian­co, per­ché non pro­va­te a dare un occhio ai nostri rime­di natu­ra­li per con­tra­star­li?
  4. MECHES, COLPI DI SOLE E DECOLORAZIONI: I col­pi di sole e le meches altro non sono che del­le deco­lo­ra­zio­ni di cioc­che di capel­li; ma cosa pro­vo­ca la deco­lo­ra­zio­ne? Sicu­ra­men­te è uno dei peg­gio­ri sgar­bi che pote­te fare alle vostre chio­me in quan­to l’acqua ossi­ge­na­ta neces­sa­ria per lo schia­ri­re bru­cia la che­ra­ti­na, sostan­za alla base del­la strut­tu­ra dei nostri capel­li che non è asso­lu­ta­men­te rige­ne­ra­bi­le. E’ un inva­si­vo pro­ce­di­men­to che por­te­rà ine­vi­ta­bil­men­te alla cadu­ta dei capel­li che ave­te inte­ra­men­te o par­zial­men­te sot­to­po­sto a que­sto trat­ta­men­to.
  5. IL TAGLIO SFILATO: Per taglio sfi­la­to inten­dia­mo quel­lo che il par­ruc­chie­re effet­tua con la for­bi­ce in obli­quo o – peg­gio anco­ra – con il raso­io. Per­ché que­sto taglio, tan­to di moda negl’ultimi anni, non ci fa bene? Per­ché apre la pun­ta dei nostri capel­li, sfi­lac­cian­do­la, ren­den­do­la fra­gi­le, che ine­vi­ta­bil­men­te diver­rà una temu­ta dop­pia pun­ta.
  6. EXTENSIONS: I capel­li aggiun­ti­vi han­no come pro­ble­ma il meto­do di appli­ca­zio­ne: per fis­sa­re del­le exten­sions è neces­sa­rio usa­re una cera che aiu­ti nel­la fase di incol­lag­gio. Essa però si attac­che­rà anche al vostro cuo­io capel­lu­to dan­neg­gian­do­lo irri­me­dia­bil­men­te. Cosa con­si­glia­mo? L’unico modo per rimuo­ve­re la cera dai capel­li è tagliar­li, ecco per­ché è scon­si­glia­to appli­car­si dell’extensions, ma pre­fe­ri­bi­le cura­re al meglio le vostre chio­me che cre­sce­ran­no sane anche auto­no­ma­men­te.
  7. COTONATURA: In ulti­mo, vi scon­si­glia­mo di ricor­re­re a que­sto inva­si­vo trat­ta­men­to, in quan­to alte­ra la strut­tu­ra del capel­lo, che già dopo qual­che trat­ta­men­to, rimar­rà sfi­bra­to, spen­to e dall’aspetto poco salu­ta­re.

Ecco, ora ave­te in mano tut­te le car­te per impa­ra­re a voler bene a voi e ai vostri capel­li! Ora sapre­te cosa è meglio fare e cosa non con­vie­ne e per rico­no­sce­re esper­ti com­pe­ten­ti e appas­sio­na­ti che si pren­da­no cura di voi!

Pho­to Cre­dit: Today’s Hair Salon & Day Spa via pho­to­pin (licen­se)