L’ali­men­ta­zione sana è uno dei requi­siti per garan­tire una chioma in salute. Per avere capelli sani s’inizia dalla tavola!

Una dieta ali­men­tare bilan­ciata per­mette al nostro orga­ni­smo di assu­mere le sostanze nutri­tive suf­fi­cienti per svol­gere tutte le fun­zioni vitali, tra cui il con­ti­nuo ricam­bio della capi­glia­tura e lo svi­luppo del ciclo di cre­scita del capello.

Nei paesi occi­den­tali l’aumento dei casi di cal­vi­zie può dipen­dere anche da man­canze ali­men­tari dovute ad uno stile di vita non sano in cui si con­su­mano ecces­si­va­mente pasti fugaci con cibi raf­fi­nati e privi di vita­mine fon­da­men­tali e que­sto può influire nega­ti­va­mente sulla nostra chioma.

Quali sono le sostanze di cui non si può fare a meno e dove trovarle?

Vita­mine B

Man­ten­gono in equi­li­brio il meta­bo­li­smo del fol­li­colo pili­fero e devono essere assunte costan­te­mente poi­ché scar­sa­mente pro­dotte dal nostro orga­ni­smo. Tra que­ste vi sono: la vita­mina B1 (tia­mina) che per­mette al capello di cre­scere sano e forte; la vita­mina B2 (ribo­fla­vina) è fon­da­men­tale per la pro­du­zione della che­ra­tina; la vita­mina B3 (nia­cina) risulta indi­spen­sa­bile nei pro­cessi di ossi­do­ri­du­zione; la vita­mina B5 (acido pan­to­teico) è con­si­de­rata la sostanza per eccel­lenza anti-caduta e anti-incanutimento; la vita­mina B6, invece, favo­ri­sce l’assimilazione e l’utilizzo degli acidi grassi e delle pro­teine; la vita­mina H (bio­tina) otti­mizza il meta­bo­li­smo lipi­dico e delle proteine.

Que­ste vita­mine si pos­sono tro­vare in cibi come: frutta secca, carne rossa (in par­ti­co­lare il fegato è ricco di vita­mina B2) e bianca (come il petto di pollo), piselli, uova, pesce, ed altri alimenti.

Vita­mina C

Utile per il poten­zia­mento del sistema immu­ni­ta­rio e dei pro­cessi meta­bo­lici ed enzi­ma­tici del nostro corpo. Inol­tre, con­tra­sta i radi­cali liberi anche a livello del fol­li­colo pili­fero. Si può tro­vare in frutta e ver­dura fre­sche, spe­cial­mente negli agrumi e nei kiwi.

Ferro

Costi­tui­sce la strut­tura della che­ra­tina del capello. Ha azione anti­os­si­dante ed è fon­da­men­tale per la sin­tesi dell’emoglobina, degli acidi nucleici e del col­la­gene. Si può assu­mere attra­verso: carne (pre­fe­ri­bil­mente rossa), legumi, cro­sta­cei e vino rosso.

Zinco

Anch’esso impor­tante per la costi­tu­zione della che­ra­tina del capello, sti­mola il sistema immu­ni­ta­rio e con­tra­sta uno dei radi­cali liberi più peri­co­losi per la chioma, l’anione supe­ros­sido. Inol­tre, è in grado in parte di con­tra­stare la 5 alfa redut­tasi, col­pe­vole del con­se­guente dira­da­mento dei capelli.

Rame

Oli­goe­le­mento pre­zioso per il benes­sere dei capelli, sti­mola la for­ma­zione della cistina, costi­tuente la strut­tura che­ra­ti­nica della chioma. Con­tri­bui­sce all’uso della tiro­xina che pro­duce la mela­nina e da colore alla nostra capi­glia­tura. Tra le fonti natu­rali si può tro­vare: nel pesce, nella frutta secca, nei cereali e legumi.

Il benes­sere della chioma ini­zia da una cor­retta ali­men­ta­zione per­ché noi siamo ciò che mangiamo!

Qua­lora si dovesse notare un cam­bia­mento di den­sità o della strut­tura dei capelli, è impor­tante moni­to­rare la situa­zione e chie­dere il parere di un esperto per capire quali pos­sono essere le cause.