Una sana ali­men­ta­zione è fon­da­men­tale per il benes­sere della nostra chioma, ma qua­lora si dovesse seguire una dieta par­ti­co­lare come potreb­bero rea­gire i nostri capelli? Que­sto potrebbe por­tare degli scompensi?

Un’alimentazione varia e com­pleta di tutti i nutrienti per­mette di man­te­nere una chioma in salute, al con­tra­rio diete troppo restrit­tive e con scarsa varietà di ali­menti potreb­bero com­pro­met­tere il benes­sere di capelli e cuoio capel­luto e cau­sare nel tempo dira­da­mento o alo­pe­cia. Quali sono le sostanze che non pos­sono man­care in un’alimentazione equi­li­brata? Ecco qual­che consiglio:

  • carne e legumi: con­ten­gono pro­teine, la cui carenza può cau­sare l’indebolimento del capello. Soli­ta­mente que­sto si veri­fica in una dieta vege­ta­riana errata o “fai da te” dove le pro­teine ven­gono a scar­seg­giare o addi­rit­tura a man­care. È scien­ti­fi­ca­mente dimo­strato che un’assenza pro­lun­gata, anche di 2 set­ti­mane, di ali­menti pro­teici può pro­vo­care una ridu­zione con­si­de­re­vole del dia­me­tro del bulbo;
  • frutta e ver­dura: con­ten­gono vita­mine indi­spen­sa­bili al nutri­mento dei capelli di cui non pos­siamo fare a meno, come ad esem­pio la vita­mina A la cui assenza com­porta una per­dita di lucen­tezza dei capelli e un aumento della sec­chezza degli stessi e della cute;
  • cereali e oli vege­tali: nei quali tro­viamo la vita­mina E, utile a con­tra­stare i radi­cali liberi, che sono i prin­ci­pali respon­sa­bili del dete­rio­ra­mento cel­lu­lare e della caduta dei capelli;
  • oli­goe­le­menti: i mine­rali sono sostanze impor­tanti per con­tra­stare la per­dita di capelli, ad esem­pio il ferro è basi­lare per la sin­tesi dell’emoglobina e l’ossigenazione del san­gue che nutre cuoio e capelli; il rame con­tri­bui­sce alla sin­tesi della mela­nina che colora i capelli; il magne­sio favo­ri­sce lo svi­luppo di enzimi che aiuta la ricre­scita dei capelli; lo zinco invece sti­mola l’attività delle cel­lule ger­mi­na­tive e di con­se­guenza pro­voca la cre­scita del capello; lo zolfo con­tra­sta i capelli sfi­brati e indeboliti.

Infine, è pos­si­bile affer­mare che con­durre diete, che siano dima­granti o dovute ad altre esi­genze, che sono comun­que bilan­ciate per quanto riguarda sostanze fon­da­men­tali per il cor­retto fun­zio­na­mento dell’organismo, da cui dipende la salute anche dei capelli, è il miglior modo per non creare scom­pensi al corpo. Si sug­ge­ri­sce sem­pre di seguire le indi­ca­zioni di esperti del set­tore per non incor­rere in que­sto rischio e qua­lora si dovesse notare una caduta ano­mala dei capelli, si sug­ge­ri­sce di rivol­gersi tem­pe­sti­va­mente a un cen­tro tri­co­lo­gico di fidu­cia per una prima ana­lisi del problema.

Photo Cre­dit: italianosveglia.com