Una sostanza natu­rale che arriva dalle foglie di una pianta grassa, l’Aloe Bar­ba­den­sis, può aiu­tare voi e i vostri capelli? La rispo­sta è asso­lu­ta­mente sì. Cono­sciuta come Aloe Vera infatti, que­sta sostanza ha effetti “quasi mira­co­losi” sulle ferite e sulla cura del nostro corpo…e sui nostri capelli!

In che modo? Fac­ciamo un passo indie­tro, le cause della caduta dei capelli, come abbiamo visto tante volte, non sono solo gene­ti­che, ma pos­sono essere anche cau­sate da ali­men­ta­zione sba­gliata, stress ed eccesso di sebo. L’Aloe è un ottimo aiuto per com­bat­tere l’eccesso di sebo nel cuoio, la for­fora ed il pru­rito. In più è anche in grado di donare nuova lucen­tezza e mor­bi­dezza alle vostre chiome.

Pulire a fondo il cuoio, rin­for­zare la strut­tura del capello, com­bat­tendo la minia­tu­riz­za­zione (ossia l’assottigliamento del capello, primo passo verso la caduta), que­sti sono gli aiuti che può darci que­sta sostanza. Non mira­coli, ma un aiuto con­creto nel caso in vostri pro­blemi siano nella fase iniziale.

Come assu­mere l’Aloe Vera in maniera effi­ca­cie? Vi pro­po­niamo due alter­na­tive: o per via orale, assu­mendo 2 cuc­chiaini del suo succo a sto­maco vuoto ogni giorno; oppure mediante una maschera, che potete fare in casa, ora vi spie­ghiamo come.

Tagliate una foglia della pianta tra­sver­sal­mente; estrae­tene la polpa che avrà una con­si­stenza gela­ti­nosa e tra­spa­rente. Mesco­la­tela con 2 cuc­chiai di olio di oliva (potete farvi aiu­tare da un frul­la­tore elet­trico). Appli­cate il tutto sulle vostre chiome in maniera uni­forme e, dopo que­sta fase di distri­bu­zione, rac­chiu­dete in vostri capelli in una cuf­fia tra­spa­rente e lasciate in posa per 10 minuti. Dopo di che, potete lavarvi i capelli normalmente.

Fin dalla prima appli­ca­zione vedrete le vostre chiome rin­for­zarsi, ma, per un effetto più pro­lun­gato nel tempo, vi con­si­gliamo di appli­care que­sta maschera una volta ogni 10 giorni.

I nutrienti, i mine­rali, le vita­mine, gli ammi­noa­cidi e gli enzimi pre­senti nella com­po­si­zione dell’aloe se fatti ben pene­trare nel vostro cuoio capel­luto Veri­fi­cate con i vostri occhi!