La caduta dei capelli è un feno­meno deci­sa­mente pro­ble­ma­tico per chi ne è inte­res­sato, infatti, spesso, non vi è una cor­retta infor­ma­zione sui fat­tori sca­te­nanti e si è ignari di even­tuali tera­pie da intra­pren­dere per argi­nare il pro­blema. Il dira­da­mento può, infatti, essere ricon­dotto a una serie di fat­tori abba­stanza comuni, che, in alcuni casi, pos­sono essere risolti seguendo deter­mi­nati trat­ta­menti o tera­pie spe­ci­fi­che. Fac­ciamo mag­giore chia­rezza sulle cause della caduta dei capelli!

Quali sono le cause prin­ci­pali della calvizie?

  • Stress –> un periodo di forte stress, dovuto a varie cause come una malat­tia e un repen­tino cam­bia­mento nello stile di vita, può gene­rare la tem­po­ra­nea caduta dei capelli. Lo stress, infatti, può alte­rare il nor­male ciclo di cre­scita del capello bloc­can­dolo in certe fasi o ral­len­tan­dolo dra­sti­ca­mente. Nella mag­gior parte dei casi la caduta dei capelli può diven­tare evi­dente fino a sei mesi dopo l’evento trau­ma­tico. Si tratta di una per­dita tem­po­ra­nea e la ricre­scita ripren­derà con rego­la­rità non appena il periodo di stress si sarà attenuato.
  • Carenza di pro­teine –> se non si assu­mono abba­stanza pro­teine con l’alimentazione, la salute dei capelli potrebbe risen­tirne poi­ché que­ste sostanze saranno trat­te­nute dall’organismo e desti­nate ad altri pro­cessi pri­mari. La caduta dei capelli è evi­dente circa due o tre mesi dopo la carenza per atte­nuarsi non appena si rego­la­rizzi la dieta alimentare.
  • Cal­vi­zie gene­tica –> la caduta dei capelli gene­rata da una pre­di­spo­si­zione gene­tica inte­ressa sia uomini sia donne in età matura. Si tratta di una pato­lo­gia che può diven­tare defi­ni­tiva e acuirsi sem­pre più, per que­sto si con­si­glia di con­tat­tare degli spe­cia­li­sti per atte­nuare il diradamento.
  • Alo­pe­cia –> tra i vari tipi di alo­pe­cia tro­viamo anche quella che riguarda il sistema immu­ni­ta­rio, que­sto, infatti, ini­zia ad attac­care i fol­li­coli pili­feri gene­rando una mag­giore caduta dei capelli. In que­sto caso, come nella mag­gior parte di altre pato­lo­gie, lo stu­dio delle cause che hanno sca­te­nato il feno­meno è impor­tante, per prima cosa per indi­vi­duare la tipo­lo­gia di alo­pe­cia e poi per l’elaborazione di un’eventuale terapia.

Infine, in que­sto post ci siamo con­cen­trati solo su alcune delle cause che pos­sono indurre la caduta dei capelli, ne esi­stono ovvia­mente molte altre che per com­ple­tezza saranno trat­tate in seguito. Si sug­ge­ri­sce, inol­tre, di effet­tuare un check up dei pro­pri capelli presso un cen­tro spe­cia­liz­zato per testare lo stato di salute del pro­prio cuoio capel­luto prima di affron­tare l’argomento con metodo fai-da-te.