La crisi maschile di mezza età a volte può essere sot­to­va­lu­tata, ma si tratta di un periodo dif­fi­cile che si attra­versa quando soli­ta­mente si è giunti a metà della vita e si fa un bilan­cio di ciò che si è otte­nuto o rag­giunto e di quanto gli anni siano tra­scorsi in fretta, suben­tra così in alcuni casi un sen­ti­mento di ansia e tri­stezza. Inol­tre, il fatto di vedere il pro­prio fisico cam­biare ed invec­chiare genera pre­oc­cu­pa­zione, anche se que­sto feno­meno riguarda mag­gior­mente il genere fem­mi­nile. In una situa­zione tale molti uomini cer­cano aiuto in far­maci, nono­stante non sia un pro­blema medico. La fascia di età più inte­res­sata è tra i 40 e i 50 anni e la crisi a volte può sfo­ciare anche in depres­sione, malat­tia peri­co­losa e infima.

La crisi di mezza età può essere dovuta a diversi fattori:

  • Vicis­si­tu­dini per­so­nali traumatiche;
  • Forti periodi di stress;
  • Cal­vi­zie o caduta dei capelli.

Per­ché la cal­vi­zie rap­pre­senta un fat­tore così deter­mi­nante per la crisi di mezza età?

Per­dere i capelli rap­pre­senta un pro­blema che desta pre­oc­cu­pa­zione sia negli uomini sia nelle donne indi­stin­ta­mente, ma se aggiunto ad altre ansie può aggra­vare la situa­zione. La cal­vi­zie maschile col­pi­sce circa il 60% degli uomini prima dei 40 anni. La mag­gior parte degli uomini ini­zia ad avere un dira­da­mento della chioma attorno ai 30 anni cau­sando una pic­cola per­dita di autostima.

Come affron­tare il problema?

In que­sto con­te­sto si pos­sono dare dei sug­ge­ri­menti per quanto riguarda il fat­tore cal­vi­zie e non su altri che influi­scono sulla crisi di mezza età. Tut­ta­via si può dire che la crisi di mezza età è essen­zial­mente di tipo emo­zio­nale, per que­sto più si cerca di vivere sere­na­mente le situa­zioni che la vita ci pre­senta e meno si può cadere nella trap­pola della depressione.

La ricerca scien­ti­fica e tri­co­lo­gica ormai mette a dispo­si­zione una vasta gamma di trat­ta­menti per curare le cause della caduta dei capelli, se non di tipo gene­tico ed ere­di­ta­rio, per cui è pos­si­bile inter­ve­nire con effi­ca­cia. Si con­si­glia per que­sto di non sot­to­va­lu­tare la caduta dei capelli e di rivol­gersi ad un cen­tro tri­co­lo­gico di fidu­cia per un primo check up del capello.

Fare tutto il pos­si­bile per cer­care di con­tra­stare la caduta dei capelli in maniera tem­pe­stiva è impor­tante per la vostra auto­stima e per non per­dere la vostra chioma: un uomo con la sua testa di capelli è un uomo più felice!