Lo sti­le di vita che si con­du­ce, le abi­tu­di­ni ali­men­ta­ri e alcu­ni vizi pos­so­no inci­de­re in manie­ra nega­ti­va sul nostro orga­ni­smo, in quest’articolo con­si­de­re­re­mo solo gli effet­ti per quan­to riguar­da capel­li e cuo­io capel­lu­to. È risa­pu­to che con­su­ma­re in manie­ra sre­go­la­ta bevan­de alco­li­che può com­por­ta­re dei dan­ni al cor­po, infat­ti, nei capel­li ve ne rima­ne trac­cia, per que­sto mol­ti test per veri­fi­ca­re l’assunzione di que­ste sostan­ze avven­go­no ana­liz­zan­do pro­prio la chio­ma. I capel­li fun­zio­na­no come una spu­gna e pos­so­no mostra­re le fre­quen­ti bevu­te anche di mesi ormai pas­sa­ti.

L’alcool fa cadere i capelli?

La rispo­sta è , anche se non diret­ta­men­te, in quan­to può esse­re una con­cau­sa che asso­cia­ta ad altri fat­to­ri può pro­vo­ca­re l’indebolimento dei capel­li e la futu­ra cadu­ta pre­co­ce, soprat­tut­to quan­do l’abuso diven­ta con­ti­nuo nel tem­po. Vedia­mo per­ché!

Gli ammi­noa­ci­di, basi­la­ri per la sin­te­tiz­za­zio­ne del­la che­ra­ti­na, sono meta­bo­liz­za­ti nel fega­to, ecco per­ché gli alco­li­ci potreb­be­ro dan­neg­gia­re que­sto rego­la­re pro­ces­so. È sta­to dimo­stra­to che chi beve in manie­ra assi­dua alcool pre­sen­ta livel­li di zin­co di mol­to ridot­ti poi­ché l’assorbimento stes­so è osta­co­la­to. Lo zin­co è un ele­men­to mol­to impor­tan­te in quan­to in per­cen­tua­li nor­ma­li per­met­te la cre­sci­ta di capel­li sani e for­ti, ecco per­ché una man­can­za di que­sta sostan­za può cau­sa­re l’indebolimento gene­ra­le del­la chio­ma, con con­se­guen­te pre­di­spo­si­zio­ne alla cadu­ta dei capel­li. Esi­ste un esa­me spe­ci­fi­co che si può fare per capi­re qual è la per­cen­tua­le di oli­goe­le­men­ti (tra cui lo zin­co) nel cor­po ed è il mine­ra­lo­gram­ma. Que­sto è uti­le per indi­vi­dua­re qua­li sono le man­can­ze dovu­te ad un’alimentazione non cor­ret­ta e poco bilan­cia­ta oppu­re l’assunzione di alcool in ecces­so.

È impor­tan­te rile­va­re che i dan­ni più gra­vi si riscon­tra­no pro­prio in sog­get­ti che pre­sen­ta­no una for­te dipen­den­za dall’alcool e non in per­so­ne che ve ne fan­no uso solo spo­ra­di­ca­men­te. Bere qual­che bic­chie­re occa­sio­nal­men­te in com­pa­gnia non com­por­ta la cadu­ta dei capel­li, anche se è impor­tan­te non esa­ge­ra­re per non crea­re dan­ni irre­pa­ra­bi­li a tut­to il nostro orga­ni­smo.

Pho­to Cre­dit: ilfiordicappero.com