Vogliamo par­lare oggi di un altro tema molto forte legato alla caduta dei capelli che è spesso oggetto di domande da parte dei nostri let­tori. Il tema è quello della caduta dei capelli nei bam­bini e negli ado­le­scenti.

I capelli hanno un ciclo di vita di circa 3 – 6 anni, che varia a seconda del sesso (più breve nei maschi), delle razze e dell’individuo ed è per que­sto motivo che i bam­bini pre­sen­tano una forte caduta dei capelli pro­prio verso i 3 – 6/7 anni, talora in maniera tale che può creare pre­oc­cu­pa­zioni nei genitori.

In realtà si tratta del primo ricam­bio della capi­glia­tura che gene­ral­mente si risolve spon­ta­nea­mente nell’arco di 2 – 3 mesi. A volte, però, anche i bam­bini pos­sono pre­sen­tare delle cadute più impor­tanti, spe­cial­mente in seguito a delle malat­tie infet­tive, virali, fun­gine, o altre pato­lo­gie quali ane­mie o leu­ce­mie o, più spesso, per una mal­nu­tri­zione o una nutri­zione non con­grua con scarso apporto di vita­mine e sali mine­rali: i bam­bini e i gio­vani spesso man­giano poca frutta e ver­dura, natu­rali riserve di tali costituenti!

Infine,anche i bam­bini pos­sono andare incon­tro a degli stress,per par­ti­co­lari situa­zioni fami­liari, sco­la­sti­che, ecc., che soma­tiz­zano, come gli adulti, con una caduta dei capelli, che talora può inne­scare anche dei fat­tori autoim­mu­ni­tari che si mani­fe­stano con una caduta a chiazze (alo­pe­cia areata), o totale. Natu­ral­mente se la caduta non si arre­sta dopo pochi mesi e se si notano delle chiazze alo­pe­ci­che o se è abbon­dante e si nota un reale dira­da­mento è oppor­tuno rivol­gersi, oltre che al pedia­tra, anche al dermatologo.

Pos­siamo quindi dedurre che una certa caduta in alcuni momenti della vita dei ragazzi è nor­male, se essa risulta però ecces­siva o incon­trol­lata è bene rivol­gersi ad uno specialista.