La caduta dei capelli non è solo un pro­blema maschile, anche se in per­cen­tuale minore ma ogni anno in cre­scita, la per­dita dei capelli nella donna rap­pre­senta un feno­meno ancor più trau­ma­tico. La donna vede mutare pro­gres­si­va­mente il pro­prio aspetto, vede smi­nuita la sua fem­mi­ni­lità, non rico­no­sce più la sua imma­gine allo spec­chio e que­sto può avere risvolti psi­co­lo­gici importanti.

Per­ché cadono i capelli?

Le cause che por­tano alla caduta dei capelli nella donna sono mol­te­plici, dipen­dono in pri­mis da per­sona a per­sona, dallo stile di vita che si con­duce, dallo stato di salute, dalla pre­di­spo­si­zione gene­tica o meno. In sostanza la per­dita della chioma può essere dovuta a:

  • Pre­di­spo­si­zione gene­tica alla calvizie;
  • Forti stati di stress e ansia;
  • Meno­pausa e gravidanza;
  • Assun­zione di certi far­maci e tera­pie invasive;
  • Disfun­zioni ormo­nali e tiroidee;
  • Der­ma­titi;
  • Disfun­zioni del cuoio capel­luto, come for­fora e seborrea.

Que­ste sono solo alcune delle cause che pos­sono inci­dere. È impor­tante rile­vare che que­sti fat­tori pos­sono pre­sen­tarsi sin­go­lar­mente oppure assieme, il che rende ancora più com­plessa la dia­gnosi e lo stu­dio della cura da intraprendere.

Si può pre­ve­nire la caduta dei capelli?

Pre­met­tendo che ogni per­sona è unica e che lo stu­dio delle cause è fon­da­men­tale per agire su que­ste eli­mi­nan­dole, quando pos­si­bile, la pre­ven­zione può aiu­tare a pre­ve­nire que­sto feno­meno. Per chi non ha una pre­di­spo­si­zione gene­tica o alo­pe­cie di tipo cica­tri­ziale, dove il fol­li­colo è ormai total­mente inat­tivo, si può inter­ve­nire seguendo alcuni sem­plici con­si­gli. Ecco qual­che suggerimento:

  • Cer­care di gestire i livelli di stress durante la vita quo­ti­diana –> lo stress può influire nega­ti­va­mente sul nostro orga­ni­smo, oltre a creare pro­ba­bili pro­blemi car­dio­va­sco­lari può inci­dere anche sul cor­retto fun­zio­na­mento del ciclo di cre­scita del capello rallentandolo;
  • Seguire una dieta ali­men­tare sana e bilan­ciata –> l’alimentazione è fon­da­men­tale sotto mol­tis­simi aspetti, influi­sce, infatti, anche sul benes­sere della nostra chioma. Seguire una dieta bilan­ciata e varia può ren­dere la chioma forte e in salute. Si con­si­glia di assu­mere il giu­sto apporto di sostanze nutri­tive, come vita­mine, sali mine­rali, pro­teine e altre, evi­tando cibi troppo grassi. La vita­mina E ad esem­pio favo­ri­sce la micro­cir­co­la­zione del cuoio capel­luto for­nendo ossi­geno e sostanze nutri­tive. Anche la vita­mina B7 è impor­tante per la sti­mo­la­zione della cre­scita dei capelli, ecco per­ché con­su­mare pesce, noci, uova, cereali inte­grali e frutta.
  • Curare l’igiene dei capelli –> l’igiene dei capelli è basi­lare per avere una chioma pulita e bella. Si con­si­glia di lavare spesso la chioma, anche tutti i giorni se si hanno cute e capelli grassi o con for­fora, per­ché rimuo­vere tutte quelle sostanze che pos­sono dan­neg­giare e inta­sare il cuoio capel­luto favo­ri­sce il suo nor­male fun­zio­na­mento. Si con­si­glia di pre­stare atten­zione anche alla tipo­lo­gia di pro­dotti che nor­mal­mente si appli­cano sui capelli, usare poca lacca e gel, pre­di­li­gere sham­poo non aggres­sivi e natu­rali, appli­care sem­pre il bal­samo sulle lunghezze.

Infine, si può con­clu­dere che que­sti sono con­si­gli che di norma è bene seguire per avere capelli puliti, sani e belli. La pre­ven­zione può svol­gere un ruolo impor­tante per non favo­rire l’insorgenza di fat­tori che potreb­bero por­tare alla caduta dei capelli. Rien­tra in que­sta anche il moni­to­rag­gio dello stato di salute della chioma, qua­lora si dovesse notare un dira­da­mento della capi­glia­tura, è impor­tante con­sul­tare uno spe­cia­li­sta per un check up di cuoio capel­luto e capelli.