Con l’arrivo del­la nuo­va sta­gio­ne biso­gna pre­sta­re più atten­zio­ne alla cura dei nostri capel­li, poi­ché l’aumento del­le tem­pe­ra­tu­re e dell’umidità pro­vo­ca uno scom­pen­so al gra­do d’idratazione del capel­lo, ecco allo­ra che si dovrà inter­ve­ni­re uti­liz­zan­do pro­dot­ti spe­ci­fi­ci. I nostri capel­li sono più sot­to­po­sti allo stress dovu­to all’azione del sole che ten­de a sec­ca­re il capel­lo, per que­sto si con­si­glia di appli­ca­re dei pro­dot­ti, come ad esem­pio le masche­re, con­te­nen­ti sostan­ze che pos­sa­no aiu­ta­re a man­te­ne­re la cor­ret­ta idra­ta­zio­ne del capel­lo. I pro­dot­ti con­si­glia­ti sono soprat­tut­to quel­li che con­ten­go­no par­ti­co­la­ri sostan­ze come:

l’estratto di soia
l’olio di Argan
ome­ga 3
vita­mi­ne anti­os­si­dan­ti.

I capel­li non van­no dife­si sol­tan­to dal sole e dall’acqua di mare, ma anche dal clo­ro del­la pisci­na che agi­sce in modo dan­no­so, ecco gli effet­ti prin­ci­pa­li:

sec­chez­za (soprat­tut­to del­le pun­te del capel­lo)
opa­ci­tà del colo­re
dif­fi­ci­le model­la­zio­ne del­la capi­glia­tu­ra
odo­re sgra­de­vo­le.

I rime­di da adot­ta­re sono pochi ma effi­ca­ci, come il risciac­quo imme­dia­to che eli­mi­na il clo­ro e l’utilizzo del­le sostan­ze di cui abbia­mo par­la­to dopo il lavag­gio dei capel­li per man­te­ner­li mor­bi­di.
Seguen­do que­ste pic­co­le e sem­pli­ci indi­ca­zio­ni è pos­si­bi­le man­te­ne­re la bel­lez­za del­la pro­pria chio­ma in qual­sia­si occa­sio­ne.

Con­si­glio:

Nei mesi pri­ma­ve­ri­li e soprat­tut­to esti­vi si fan­no lavag­gi mol­to fre­quen­ti dei capel­li ed è per que­sto che si pre­fe­ri­sce usa­re un tipo di sham­poo meno aggres­si­vo e più dol­ce, con un ph com­pre­so tra il 5 e il 7, che deve veni­re dilui­to pri­ma dell’uso con un po’ d’acqua.

Per appro­fon­di­re l’argomento vi con­si­glia­mo di leg­ge­re il nostro post “come pro­teg­ge­re i nostri capel­li in pisci­na