L’abbassamento delle tem­pe­ra­ture cau­sano stress ai capelli facendo per­dere loro bril­lan­tezza e lucen­tezza, anche a causa dello smog, e ini­ziano a rovi­narsi o a cadere. I pro­dotti natu­rali pre­senti pre­senti nelle vostre case pos­sono essere il rime­dio per­fetto per nutrirli e curarli.

  1. Birra: mischia due cuc­chiai a un tuorlo d’uovo, aiu­terà a ripu­lire deli­ca­ta­mente i tuoi capelli da tutte le impu­rità. Dopo aver mischiato e amal­ga­mato gli ingre­dienti, distri­buite il com­po­sto su cute e la lun­ghezze, lasciate agire per 30 minuti e infine rischiaquateli.
  2. Aceto: per luci­dare i capelli unite una tazza di aceto di mele a due tazze di acqua. Appli­cate il liquido su capelli puliti e asciutti; lasciate agire per 15 minuti e risciac­quate. Se avete capelli colo­rati non uti­liz­zate que­sto com­po­sto e lavate i capelli chiari con un infuso alla camo­milla; se, invece, avete capelli castani appli­cate degli impac­chi al tè nero.
  3. Miele: unite 3 cuc­chiai di miele e uno di olio di oliva; distri­buite sui capelli, coprite con una cuf­fia da doc­cia e lasciate agire per 20 minuti. Risciac­quate abbon­dan­te­mente e i capelli diven­te­ranno mor­bidi e lucidi. Infine, non dimen­ti­cate mai di lavare le punte con acqua fredda: aumenta la bril­lan­tezza e liscia i capelli.

Se que­sti rimedi natu­rali non fos­sero suf­fi­cienti per com­bat­tere il pro­blema dei capelli sec­chi, opa­chi e sfri­brati un’attenta ana­lisi del capello presso un cen­tro tri­co­lo­gico potrebbe porre fine a que­sta insop­por­ta­bile seccatura.