Una ricer­ca ingle­se, tutt’ora in cor­so pres­so lo Sou­thamp­ton Uni­ver­si­ty Hospi­tal, sta inda­gan­do sul rap­por­to tra capel­li ros­si e dolo­re fisi­co. A quan­to pare le per­so­ne coi capel­li ros­si oltre ad ave­re una pel­le più deli­ca­ta han­no una sen­si­bi­li­tà più svi­lup­pa­ta, cioè avver­to­no mag­gior­men­te il dolo­re rispet­to agli altri.

Lo stu­dio si sta svi­lup­pan­do median­te la som­mi­ni­stra­zio­ne di dosi di ane­ste­ti­co ad alcu­ni volon­ta­ri sopra i trent’anni d’età. Volon­ta­ri che ven­go­no poi sot­to­po­sti ad alcu­ne sca­ri­che elet­tri­che sul­la par­te supe­rio­re del­le gam­be. Attra­ver­so varie pro­ve sarà valu­ta­ta e con­fron­ta­ta la loro rea­zio­ne rispet­to a quel­la di altret­tan­ti volon­ta­ri con capel­li casta­ni o neri, per com­pren­de­re se que­sta ipo­te­si può esse­re con­fer­ma­ta, come da pre­ce­den­ti stu­di. A quan­to pare le per­so­ne con i capel­li ros­si riscon­tra­no una mino­re quan­ti­tà di endor­fi­na all’interno del loro cor­po. L’endorfina è un anal­ge­si­co natu­ra­le per gli esse­ri uma­ni e le varian­ti del gene che cau­sa­no i capel­li ros­si e la pel­le più chia­ra deter­mi­na­no anche la mino­re pre­sen­za di que­sta sostan­za. Una con­se­guen­za potreb­be esse­re la neces­si­tà di uti­liz­za­re mag­gio­re ane­ste­ti­co per deter­mi­na­te ope­ra­zio­ni a cui si sot­to­pon­go­no le per­so­ne con que­sto tipo di capel­li.

Tra gli altri stu­di, una ricer­ca ame­ri­ca­na ha dimo­stra­to come le don­ne dai capel­li scar­lat­ti neces­si­ti­no del 19% in più di anal­ge­si­co rispet­to alle more per sop­por­ta­re alcu­ne sti­mo­la­zio­ni dolo­ro­se. Altri stu­di, inve­ce, han­no mes­so in evi­den­za come le per­so­ne “pel di caro­ta” abbia­no più pau­ra del­le visi­te dal den­ti­sta, cer­can­do di evi­tar­lo in dop­pio del­le vol­te rispet­to agli altri, ma que­sto pro­ba­bil­men­te dipen­de anche dal­la per­so­na o dal den­ti­sta.