Per con­tra­stare la caduta dei capelli e ren­dere la nostra chioma più sana e bella è neces­sa­rio curare l’eventuale der­ma­tite sebor­roica. La der­ma­tite sebor­roica è un’affezione che si mani­fe­sta, nei sog­getti gene­ti­ca­mente pre­di­spo­sti, in con­co­mi­tanza con altri fat­tori come:

  • Stress;
  • clima umido;
  • alco­li­smo;
  • dieta iper­ca­lo­rica;
  • abuso di pro­dotti cosme­tici ina­de­guati (come lacca, schiuma ed altri).

La der­ma­tite sebor­roica col­pi­sce mag­gior­mente il sesso maschile e pro­voca untuo­sità su capelli e cute, in alcuni casi si mani­fe­sta anche con for­fora e micro­le­sioni eri­ma­tose.

Come si pre­senta la der­ma­tite seborroica?

Uno dei prin­ci­pali respon­sa­bili è l’ormone DHT che pro­dotto anche a livello della ghian­dola seba­cea, pro­voca un aumento di pro­du­zione di sebo e uno squi­li­brio dei suoi com­po­nenti. La situa­zione di grasso e untuo­sità sul cuoio capel­luto diventa ricet­ta­colo per la pro­li­fe­ra­zione di micror­ga­ni­smi e infiam­ma­zioni dan­nose ai nostri capelli.

Si può curare la der­ma­tite seborroica?

Sì, la der­ma­tite sebor­roica può essere curata attra­verso l’uso di pro­dotti igie­nici spe­ci­fici che con­ten­gano sostanze anti­fun­gine e seguendo una dieta ali­men­tare povera di grassi saturi. Si con­si­glia di effet­tuare lavaggi fre­quenti dei capelli per rimuo­vere gior­nal­mente grasso e altri micror­ga­ni­smi da cute e capelli.

La dia­gnosi della malat­tia è fon­da­men­tale per­ché la der­ma­tite sebor­roica può essere con­fusa con altre affe­zioni come la pso­riasi e la for­fora grassa. Appa­ren­te­mente que­ste tre hanno gli stessi com­po­nenti, grasso, squame che si depo­si­tano sui capelli e in alcuni casi il pru­rito. La pso­riasi, ad esem­pio come la der­ma­tite sebor­roica causa l’irritazione del cuoio capel­luto con cro­sti­cine e desqua­ma­zione della cute. La dif­fe­renza è il colore delle squame (argen­tee nella pso­riasi) e l’estensione delle zone col­pite, infatti, può inte­res­sare diverse parti del corpo e non essere solo loca­liz­zata. Anche la for­fora grassa può essere con­fusa con la der­ma­tite sebor­roica, entrambe pre­sen­tano, infatti, eccesso di sebo e squame di colore gial­la­stro e untuose.

Come anti­ci­pato, la dia­gnosi cor­retta è fon­da­men­tale per curare la der­ma­tite sebor­roica ecco per­ché si con­si­glia sem­pre di rivol­gersi ad esperti in mate­ria e di non agire in soli­ta­ria e fare inu­tili ten­ta­tivi che potreb­bero solo aggra­vare la situazione.