Recen­te­mente abbiamo par­lato di come pro­teg­gere i capelli dal sole, oggi entriamo nello spe­ci­fico della cosid­detta alo­pe­cia estiva. Il caldo e le tem­pe­ra­ture ele­vate non solo certo un valido sup­porto per i nostri capelli. Gli effetti dei raggi solari alte­rano l’equilibrio della cute, il sudore infatti può creare con­di­zioni favo­re­voli all’insorgere di fun­ghi e altri agenti esterni. Infe­zioni che inde­bo­li­ranno il cuoi capel­luto cau­san­done la caduta dei capelli. Se un’infezione è già in atto, biso­gna rivol­gersi ad un medico tri­co­logo che indi­vi­duando la natura dell’agente infet­tivo può con­si­gliare il far­maco o il trat­ta­mento più adatto per risol­vere il pro­blema in tempi rapidi evi­tando l’insorgere di complicanze.

Durante la sta­gione estiva la caduta dei capelli può aumen­tare sino al 30%. Vediamo alcuni con­si­gli per man­te­nere i capelli in salute durante l’estate.

  • Evi­tare un’esposizione ecces­siva. Soprat­tutto in estate, troppe per­sone cre­dono che i raggi solari siano sem­pre bene­fici e alla ricerca di un’abbronzatura intensa, non si pre­oc­cu­pano degli even­tuali effetti col­la­te­rali. Non vi sono pro­blemi se si usano buon senso e mode­ra­zione ma se si esa­gera i rischi non man­cano. Nel caso spe­ci­fico trat­tato, i pro­blemi per i nostri capelli non sono irri­le­vanti e pos­sono essere scon­giu­rati sem­pli­ce­mente ricor­dan­dosi di rispet­tare la nostra chioma
  • Coprire i capelli con indu­menti fre­schi. E’ utile uti­liz­zare un fil­tro che pro­tegga i capelli da un’esposizione ecces­siva ai raggi solari. Usare un copri­capo come un ber­retto o una ban­dana, pre­stando atten­zione a non com­pri­mere troppo i capelli, lascian­doli respi­rare. Un fou­lard oppure un velo sono con­si­gliati, soprat­tutto per le donne, per­ché sono più fre­schi e leg­geri ma trat­ten­gono i raggi solari.
  • Idra­tare la cute: è bene lavare i capelli fre­quen­te­mente, fare dei lavaggi con acqua dolce in spiag­gia e lavare e con pro­dotti deli­cati una volta arri­vati a casa, magari arric­chiti di solu­zione idra­tante: sono da evi­tare, invece, gli sham­poo troppo aggressivi.
  • Bere molta acqua. Idra­tare il pro­prio corpo è impor­tan­tis­simo. Biso­gna bere molta acqua soprat­tutto in que­sta sta­gione, nella quale per­diamo molti liquidi causa il caldo e la sudo­ra­zione. Bere anche se non si avverte lo sti­molo della sete, con­su­mare almeno sei bic­chieri di acqua al giorno. E’ oppor­tuno limi­tare le bibite gas­sate e piene di zuc­chero e con­te­nere più pos­si­bile le bevande alco­li­che, per­ché appe­san­ti­scono ed aumen­tano la sudorazione.
  • Evi­tare cibi grassi. Gli ali­menti ric­chi di grassi pos­sono com­por­tare fastidi per il nostro orga­ni­smo. E’ meglio evi­tare di man­giare cibi fritti o ecces­si­va­mente con­diti, pie­tanze rin­fre­scanti e ric­che di vita­mine come frutta e verdura.

Il ferro è un ele­mento indi­spen­sa­bile per il nostro corpo. Biso­gna infatti assi­cu­rarsi che i livelli di ferro nel san­gue siano sem­pre nella norma e qua­lora il medico ci indi­chi una defi­cienza in tal senso, dob­biamo prov­ve­dere con un inte­gra­tore. L’alimentazione è molto impor­tante e deve pre­ve­dere un menu ricco di ferro. Sulla tavola non dovreb­bero inol­tre mai man­care cibi ric­chi di vita­mine come frutta e ver­dura pos­si­bil­mente di tipo­lo­gia e qua­lità dif­fe­renti in modo da sod­di­sfare l’intero fab­bi­so­gno del nostro corpo.

Durante l’estate par­ti­co­lar­mente attenti devono essere coloro che sono con­sa­pe­voli di sof­frire di pro­blemi di caduta. Nei casi più seri, è meglio rivol­gersi ad un cen­tro spe­cia­liz­zato per effet­tuare un trat­ta­mento pre­ven­tivo prima di andare in vacanza.