La for­fora è una pro­ble­ma­tica comune che si mani­fe­sta indi­stin­ta­mente a uomini e donne, accen­tuan­dosi durante i cambi di sta­gione, nei periodi di stress, o a acausa di una scor­retta ali­men­ta­zione. Si tratta di uno squi­li­brio ghian­do­lare che pro­duce la desqua­ma­zione del cuoio capel­luto e un ricam­bio ecces­sivo delle cel­lule che lo for­mano. Per pre­ve­nire e curare la for­fora biso­gna par­tire da un cor­retto lavag­gio dei capelli.

Sham­poo antiforfora

È sicu­ra­mente con­si­gliato lavare spesso i capelli, uti­liz­zando uno sham­poo deli­cato o sham­poo anti­for­fora spe­ci­fico, magari alter­nan­doli. La scelta di uno sham­poo troppo aggres­sivo porta all’impoverimento e alla sec­chezza del cuoio capel­luto, per que­sto biso­gna sem­pre asso­ciare lo sham­poo giu­sto alla tipo­lo­gia del capello da trat­tare. È molto impor­tante distin­guere tra for­fora secca e for­fora grassa durante la scelta dello sham­poo. Gli sham­poo a base di zolfo sono par­ti­co­lar­mente indi­cati per­ché lo zolfo, essendo acido, rista­bi­li­sce il giu­sto ph del capello e pre­viene la for­ma­zione di grasso e forfora.

Lavare i capelli con forfora

La for­fora va curata gior­nal­mente, per que­sto l’igiene è molto impor­tante. Durante il lavag­gio, è oppor­tuno grat­tare bene per far andare via le sca­glie di for­fora che rovi­nano i capelli, mediante due pas­sate di sham­poo. Molto impor­tante lasciare in posa lo sham­poo per 3 – 4 minuti e sciac­quare accu­ra­ta­mente senza lasciare resi­dui. È con­si­gliato lavare i capelli almeno 2/3 volte a set­ti­mana se si sof­fre di for­fora secca. Se si sof­fre di for­fora grassa, con ecces­siva secre­zione seba­cea, sca­glie gial­la­stre e capelli unti, biso­gna lavare i capelli con mag­gior fre­quenza, anche tutti i giorni.

Impac­chi e lozioni antiforfora

Una volta a set­ti­mana è bene fare un impacco rin­for­zante che può essere a base di olio d’oliva o olio essen­ziale. È inol­tre con­si­gliato fri­zio­nare il cuoio capel­luto con lozioni con­te­nenti acido sali­ci­dico e acido reti­noico per aiu­tare a rimuo­vere le squame. Durante il lavag­gio non uti­liz­zare acqua troppo calda e phon a tem­pe­ra­ture troppo ele­vate per­ché aumen­tano la desqua­ma­zione del cuoio capelluto.

Trat­ta­menti antiforfora

Un trat­ta­mento anti­for­fora effi­cace è sem­pre com­po­sto da almeno tre pro­dotti (sham­poo, lozione e impacco) a cui è pos­si­bile aggiun­gere un com­po­sto anti­for­fora ad azione inten­siva som­mi­ni­strato come fiala e un inte­gra­tore ali­men­tare. La cura della for­fora però ini­zia dal com­por­ta­mento quo­ti­diano, lavare bene i capelli, non esa­ge­rare con pro­dotti cosme­tici e non uti­liz­zare copri­capi, sono i primi con­si­gli se si sof­fre di que­sto problema.

Per tro­vare la solu­zione più ido­nea al pro­prio caso è con­si­gliato rivol­gersi ad un tri­co­logo spe­cia­li­sta che può offrire una con­su­lenza spe­ci­fica per la per­sona affetta da for­fora e altre pro­ble­ma­ti­che dei capelli.