Oggi vi par­liamo di come pren­dervi cura dei vostri capelli ricci. Pro­ba­bil­mente i più com­pli­cati da gestire, si vor­rebbe averle per­fetti, defi­niti, fluenti e sani come quelli che si vedono nelle pub­bli­cità, men­tre molto spesso ci ritro­viamo una chioma secca, anno­data, cre­spa e disor­di­nata.
Vediamo insieme come aiu­tarli ed aiu­tarci, soste­nen­doli con sostanze natu­rali ed ese­guendo il più cor­ret­ta­mente pos­si­bile la fase del lavaggio.

Ini­ziamo dallo sham­poo. Cosa deve con­te­nere per aiu­tarci a soste­nere il nostro ric­cio e non sfi­brarlo? Semi di lino, karitè e aloe sono i più indi­cati in quanto aiu­tano la strut­tura; potete aggiun­gere un cuc­chiaino ad un sham­poo neu­tro e il gioco è fatto.

Per quanto riguarda la crema, per i capelli ricci è fon­da­men­tale l’uso di una buona crema priva di sili­coni. Il sili­cone infatti imper­mea­bi­lizza il capello, pri­van­dolo del nutri­mento neces­sa­rio, che non rie­sce a pene­trare il fusto, e que­sto porta ai comuni capelli sfi­brati che, in una chioma ric­cia, si tra­sfor­mano nel tanto odiato effetto cre­spo. Se pos­siamo con­si­gliare un aiuto natu­rale, in que­sto caso vi con­si­gliamo di appli­care un cuc­chiaino di miele.

Un’altra domanda che spesso ci si pone è: come, quando e quanto pet­ti­nare i capelli. La rispo­sta è una: dopo averli lavati, da bagnati e con deli­ca­tezza. In que­sto modo si evi­terà un approc­cio aggres­sivo che può por­tare allo spez­zarsi del capello.

E come vanno asciu­gati i capelli ricci? Vanno tam­po­nati con un asciu­ga­mano, non striz­zati e arro­to­lati in quanto potremmo spez­zarli. Il phon, con dif­fu­sore, va poi pun­tato a tem­pe­ra­ture basse per evi­tare di dan­neg­giare la squa­ma­tura del capello e alte­rare l’equilibrio del cuoio. L’aria calda infatti favo­ri­sce il for­marsi di grasso sulla cute che potrebbe dare quelle effetto a cioc­che unte, vera­mente non gradevole.

Oltre a que­ste regole d’aiuto nella quo­ti­dia­nità, come pos­siamo aiu­tare i nostri capelli se sono sfi­brati e cre­spi? Un inter­vento “d’urto” potrebbe essere un impacco all’avocado e miele da usare al posto della con­sueta crema. Mesco­late la polpa di un avo­cado con un cuc­chiaino di olio d’oliva e un cuc­chiaino di miele. Appli­cate que­sta maschera fai da te dopo lo sham­poo, coprite con una cuf­fia di pla­stica e lasciate in posa per 15 minuti. Al ter­mine ese­guite un risciac­quo abbon­date, i risul­tati saranno immediati.

Ecco i nostri con­si­gli per pren­dervi cura dei vostri capelli ricci, pro­va­teli e fateci sapere!

Photo Cre­dit: beauty.pianetadonna.it