L’inverno ormai è ine­so­ra­bil­mente arri­vato. Se non bastas­sero gli addobbi nata­lizi che comin­ciano a spun­tare in ogni dove, a con­fer­mar­celo è arri­vato il freddo. Dob­biamo però stare molto attenti al nostro corpo in que­sto periodo: influenze e colpi d’aria sono sem­pre die­tro l’angolo.
E i nostri capelli? Anche per loro que­sta sta­gione è molto pro­vante, infatti è die­tro l’angolo il rischio di avere dei capelli sfi­brati dall’inverno.
Ma per­ché il freddo li rovina? Le tem­pe­ra­ture gla­ciali ed il venti gelidi pos­sono far sì che i capil­lari che irro­rano il cuoio si restrin­gano, ral­len­tando la micro­cir­co­la­zione e la qua­lità delle com­po­nenti nutri­tive da essi tra­spor­tati. I capelli, in parole sem­plici, ver­ranno pri­vati di una parte del loro “cibo” con­te­nuto nel san­gue e que­sta carenza li inde­bo­lirà al punto tale da farli spezzare.

Come pren­der­cene cura durante que­sto periodo quindi? La parola chiave è rein­te­grare. Dovremmo infatti sop­pe­rire alle carenze che vi abbiamo spie­gato prima, tra­mite pro­dotti nutri­tivi per il capello dall’esterno. Vediamo insieme come:

COSA FARE

  • Potete ren­dere più effi­cace i vostri lavaggi in maniera com­ple­ta­mente natu­rale: aggiun­gete ad un cuc­chiaio di uno sham­poo neu­tro 3 – 5 gocce di olio essen­ziale (puro) di lavanda o geranio.
  • Non abbiate paura a lavarli anche tutti i giorni e, nel men­tre, mas­sag­giate il cuoio per qual­che minuto per sti­mo­lare la circolazione.
  • Usate un bal­samo nutriente e distri­bui­telo su tutta la lun­ghezza del fusto — non solo sulle punte — e risciac­quate abbon­dan­te­mente dopo i 5 minuti cano­nici di posa.
  • Una volta a set­ti­mana, pren­de­tevi un po’ di tempo per voi e coc­co­late i vostri capelli con una maschera nutri­tiva natu­rale: con l’uovo, con la polpa di banana o con l’olio d’Argan, l’importante è usare com­po­nenti natu­rali nutri­tive e vitaminizzanti.

COSA EVITARE

  • Evi­tiamo tutti quei pro­dotti che potreb­bero fun­gere da bar­riera sul fusto, ren­dendo dif­fi­cile l’assorbimento dei giu­sti sham­poo, bal­sami e maschere. Quindi rinun­ciamo in que­sto periodo a lac­che, gel, tin­ture chi­mi­che e permanenti.
  • For­te­mente scon­si­gliati sono anche tutti quei pro­dotti con­te­nenti petro­lati, para­beni e sili­coni in quanto anch’essi ten­de­ranno ad imper­mea­bi­liz­zare i capelli.
  • Non usate il phon da troppo vicino. Non usate – per com­pen­sa­zione – un asciu­ga­ca­pelli alla mas­sima tem­pe­ra­tura e vicino al cuoio. L’aria cal­dis­sima, pun­tata diret­ta­mente sulla cute, creerà una flui­di­fi­ca­zione del sebo gene­rando la spia­ce­vo­lis­sima con­di­zione di capelli sfi­brati sulle punte, ma grassi sul cuoio.

E pro­teg­gerli con un cap­pello? Potrebbe essere una solu­zione, a patto di non esa­ge­rare poi­ché anche togliere aria alle nostre chiome non è d’aiuto.

Seguite i nostri con­si­gli per pro­teg­gere i capelli sfi­brati dall’inverno, e non avrete problemi!

Photo Cre­dit: www.huffpost.it