Uno degli argo­menti più ricer­cati in rete riguarda pro­prio la cor­re­la­zione tra la pil­lola anti­con­ce­zio­nale e la caduta dei capelli. Capita molto spesso che le donne che assu­mono la pil­lola anti­con­ce­zio­nale regi­strino pro­blemi alla salute dei capelli e per­tanto affron­tiamo l’argomento.

La pil­lola anti­con­ce­zio­nale non pro­voca caduta dei capelli, anzi, è vero l’inverso, infatti spesso si osserva un deflu­vio pro­prio dopo la sua sospen­sione; addi­rit­tura alcuni casi di caduta nelle donne (l’alo­pe­cia andro­ge­ne­tica fem­mi­nile), ven­gono curati con delle asso­cia­zioni di estro­geni e pro­ge­sti­nici (anti­con­ce­zio­nali, appunto) che ridu­cono o bloc­cano l’iperandrogenismo, ossia l’aumento, o il rela­tivo aumento, degli ormoni andro­geni che que­ste donne presentano.

Natu­ral­mente sono neces­sa­rie un’accurata visita e oppor­tune ana­lisi per porre una dia­gnosi sulle cause della caduta, e solo allora lo spe­cia­li­sta, tal­volta con il con­sulto del gine­co­logo, potrà sta­bi­lire la tera­pia più ido­nea. Nes­sun pro­blema quindi legato all’assunzione della pil­lola anti­con­ce­zio­nale, di certo la sua com­po­si­zione va ad influire sull’iperandrogenismo ma non vi è cor­re­la­zione diretta tra pil­lola e caduta.