Oggi voglia­mo par­lar­vi di un argo­men­to più lega­to all’estetica che alla tri­co­lo­gia di cui ci occu­pia­mo di soli­to: le exten­sion per capel­li.

Voglia­mo dar­vi una pano­ra­mi­ca gene­ra­le di que­sto trat­ta­men­to este­ti­co per le nostre chio­me, a cui tan­te di noi don­ne si sono rivol­te, o han­no pen­sa­to di far­lo. Come fun­zio­na? Qua­li sono i pro e i con­tro? Si può tor­na­re indie­tro? A chi con­vie­ne rivol­ger­si? Quan­to costa­no?

Dia­mo una rispo­sta ai più fre­quen­ti que­si­ti in meri­to alle exten­sion per capel­li.

  • Cosa sono le exten­sion per capel­li?

Sono del­le appli­ca­zio­ni di capel­li (sin­te­ti­ci o natu­ra­li) che van­no ad infol­ti­re, dare nuo­vo volu­me e lun­ghez­ze alle nostre chio­me.

  • In che modo si appli­ca­no?

Le tec­ni­che prin­ci­pa­li di appli­ca­zio­ne sono 5, vedia­mo­le insie­me bre­ve­men­te:

  1. EXTENSION CON CHERATINA: E’ il meto­do più aggres­si­vo, con­si­ste nell’attaccare i capel­li con una cera – che­ra­ti­na per l’appunto – fon­den­do­li ai nostri capel­li natu­ra­li. Ha come con­tro che poi, per rimuo­ver­le, è neces­sa­rio usa­re un aci­do che inde­bo­li­sce la chio­ma e vi è il rischio di rimuo­ve­re, insie­me alle appli­ca­zio­ni fin­te, anche capel­li veri.
  2. EXTENSION CON AGO E FILO: Come dice il nome stes­so, que­sta tec­ni­ca con­si­ste nell’attaccare con ago e filo le exten­sion ai nostri capel­li, “cucen­do­li” insie­me. Per stac­car­li poi baste­rà taglia­re il nodi­no.
  3. EXTENSION CON CLIP: Un siste­ma che pote­te tran­quil­la­men­te appli­ca­re a casa vostra, una vol­te che vi sia­te suf­fi­cien­te­men­te istrui­te sul­le meto­do­lo­gie di appli­ca­zio­ne del­le clip e, anche, sul dove posi­zio­nar­le per­ché non sia ecces­si­va­men­te evi­den­te l’aggiunta inna­tu­ra­le.
  4. EXTENSION CON BI-ADESIVO: Un nuo­vo meto­do, inno­va­ti­vo quan­to bana­le ed intui­ti­vo, che con­si­ste nell’applicare alla radi­ce del­le exten­sion una stri­scia di bia­de­si­vo, da anda­re ad incol­la­re alle cioc­che che si voglio­no infol­ti­re. Se sta­re­te atten­te a non appli­car­lo sul­la cute (in que­sto caso cree­re­ste una irri­ta­zio­ne al vostro cuo­io capel­lu­to), que­sto meto­do non avrà con­tro indi­ca­zio­ni.
  5. EXTENSION CON ANELLO: Ave­te pre­sen­te vostra non­na che lavo­ra­va all’uncinetto? Ecco, que­sta tec­ni­ca di appli­ca­zio­ne ve la ricor­de­rà. Con­si­ste, infat­ti, nell’applicazione di un anel­li­no al vostro capel­lo (che appli­che­re­te tra­mi­te un nodi­no), al qua­le ver­rà aggan­cia­ta la nuo­va cioc­ca. Que­sta tec­ni­ca dura cir­ca un mese, ma ha il pre­gio che le cioc­che pos­so­no esse­re riu­ti­liz­za­te.

  • Per le exten­sion è meglio usa­re capel­li sin­te­ti­ci o natu­ra­li?

Pote­te opta­re per entram­be le alter­na­ti­ve, ma noi vi con­si­glia­mo i capel­li natu­ra­li poi­ché han­no un effet­to più natu­ra­le – per l’appunto – e sono più adat­ta­bi­li al vostro colo­re di base. In più potre­te pet­ti­nar­le come vole­te, in quan­to ten­go­no tut­te le accon­cia­tu­re.

  • Come man­te­ne­re sani e bel­li i miei capel­li con exten­sion?

Vi con­si­glia­mo di uti­liz­za­re un sham­poo neu­tro e di lava­re i capel­li 3 vol­te a set­ti­ma­na, pet­ti­nan­do i capel­li con deli­ca­tez­za (usa­te una spaz­zo­la dai den­ti mor­bi­di) pri­ma di ogni lavag­gio. Appli­ca­te una masche­ra idra­tan­te sul­le lun­ghez­ze alme­no una vol­ta a set­ti­ma­na. Cer­ca­te di pro­teg­ger­le dai nodi: non lava­te le vostre chio­me a testa in giù e cer­ca­te di pet­ti­nar­li alme­no un paio di vol­te al gior­no.

  • Se mi pen­to del­la mia scel­ta, pos­so tor­na­re indie­tro sen­za dan­neg­gia­re i mie capel­li veri?

La rispo­sta più one­sta è: dipen­de. L’unico meto­do di appli­ca­zio­ne che può dan­neg­gia­re le vostre chio­me è quel­la alla che­ra­ti­na (che però è il più dura­tu­ro), tut­ti gli altri sono rime­dia­bi­li. Vi dia­mo però qual­che con­si­glio. Non por­ta­te le exten­sion per un tem­po pro­lun­ga­to, inde­bo­li­ran­no la strut­tu­ra dei vostri capel­li. Non por­ta­te­le se vi sie­te già pre­ce­den­te­men­te sot­to­po­ste a trat­ta­men­ti chi­mi­ci qua­li tin­te, sti­ra­tu­re, per­ma­nen­ti, in que­sto caso potre­ste rovi­na­re in manie­ra impor­tan­te i vostri capel­li che potreb­be­ro cade­re.

  • A chi mi devo rivol­ge­re?

Ad un salo­ne di par­ruc­chie­re esper­to, dif­fi­da­te di chi si improv­vi­sa mae­stro in mate­ria. Vi con­si­glia­mo, una vol­ta indi­vi­dua­to un salo­ne che vi sem­bra affi­da­bi­le, di rac­co­glie­re espe­rien­ze diret­te di chi già vi si è sot­to­po­sto per testa­re la qua­li­tà effet­ti­va dei par­ruc­chie­ri.

  • Quan­to costa­no?

I prez­zi varia­no, ci risul­ta dif­fi­ci­le sbi­lan­ciar­ci in quan­to dipen­de dal­le cioc­che, da quan­te ne ser­vo­no nel vostro caso e di quan­to vi fan­no paga­re l’applicazione. In linea gene­ra­le, le sin­go­le cioc­che costa­no cir­ca 4 euro l’una e ve ne ser­vi­ran­no dal­le 80 alle 100.

Ecco, abbia­mo rispo­sto alle più comu­ni doman­de su que­ste appli­ca­zio­ni este­ti­che, ma – essen­do noi un blog sul­la cadu­ta dei capel­li – voglia­mo con­clu­de­re ponen­do­ci il seguen­te que­si­to: pos­sia­mo usa­re le exten­sion per capel­li come tec­ni­ca per masche­ra­re l’insorgere del­la cadu­ta do capel­li? La rispo­sta è un sec­co no. Pri­ma di cade­re i capel­li infat­ti sono inde­bo­li­ti e diven­ta­no sem­pre più fini, è chia­ro come un trat­ta­men­to del gene­re (che resta comun­que inva­si­vo, poi­ché inna­tu­ra­le) andreb­be a inde­bo­li­re defi­ni­ti­va­men­te le nostre chio­me, che cadreb­be­ro, insie­me alle exten­sion, ine­so­ra­bi­li.

Pho­to Cre­dit: hairextensiontape.com