Ne abbiamo par­lato qual­che post fa (met­tiamo il link ai post pre­ce­denti: l’alimentazione gioca un ruolo fon­da­men­tale nella par­tita con­tro la caduta dei capelli; e oggi vogliamo fare chia­rezza sulla fun­zione degli inte­gra­tori: sono d’aiuto?

I capelli sono nutriti prin­ci­pal­mente dall’interno: le sostanze nutri­tive sono con­te­nute e tra­spor­tate dal san­gue alla cute. Un’ ali­men­ta­zione incom­pleta non for­ni­sce quindi il “cibo” neces­sa­rio alle nostre chiome per essere sane e belle.

Vediamo le prin­ci­pali cate­go­rie di ali­menti neces­sari e i con­se­guenti inte­gra­tori utili:

  • VITAMINE: Le vita­mine indi­spen­sa­bili per la nostra cute sono A, B, C ed E. Utili per l’equilibrio del cuoio capel­luto, per il loro effetto anti­os­si­dante e anti-invecchiamento e — nello spe­ci­fico — la Bio­tina (una delle vita­mine del gruppo B) aiuta la sin­tesi della Che­ra­tina, sostanza che com­pone il 75% del nostro capello. Que­ste sostanze si pos­sono tro­vare prin­ci­pal­mente nelle ver­dure e nella frutta. Per quanto riguarda gli inte­gra­tori, assi­cu­ra­tevi che que­sti con­cen­trati di vita­mine con­ten­gano anche la vita­mina B+. Un’alternativa natu­rale può essere costi­tuita da pasti­glie di ortica, pianta ricca di vita­mina A e C.
  • MINERALI: Impor­tante assu­mere que­ste micro sostanze tra­mite l’alimentazione in quanto una loro carenza, inde­bo­li­rebbe la strut­tura fino alla caduta dei capelli. Fate affi­da­mento su inte­gra­tori ric­chi di ferro, zinco, rame e magne­sio per man­te­nere le vostre chiome in salute. In que­sto caso, una valida alter­na­tiva è rap­pre­sen­tata dall’equi­seto (chia­mata anche erba caval­lina) che è ricca di tutti que­sti sali mine­rali in una forma facil­mente assi­mi­la­bile dal nostro corpo.
  • PROTEINE ED AMMINOACIDI: Ne abbiamo par­lato tante volte: i capelli sono com­po­sti per il 75% da che­ra­tina, ossia una pro­teina con­te­nente ammi­noa­cidi sol­fo­rati. Que­sta carenza spe­ci­fica crea scom­pensi e man­ca­menti strut­tu­rali: i fami­ge­rati capelli sfi­brati. Buoni inte­gra­tori di que­sta sostanza sono la tau­rina, la metio­nina e l’arginina. Per un approc­cio più natu­rale, invece, vi con­si­gliamo un ali­men­ta­zione ricca di legumi e carne.

Ci sono degli inte­gra­tori spe­ci­fici per la caduta dei capelli?

La rispo­sta è arti­co­lata. Non esi­stono pil­lole mira­co­lose. Sicu­ra­mente un inte­gra­tore a base di sere­noa repens o semi di zucca può aiu­tare a ridurre gli squi­li­bri ormo­nali che sono una delle cause della cal­vi­zie, ma non ne è con­si­gliata l’assunzione senza aver prima con­sul­tato un tricologo.

Con­clu­dendo, pos­siamo affer­mare che gli inte­gra­tori pos­sono essere di aiuto nella lotta con­tro la caduta dei capelli, ma non sono altro che un sistema pal­lia­tivo e sosti­tu­tivo ad un’alimentazione cor­retta. Quindi il nostro con­si­glio resta sem­pre quello: man­giare sano per avere capelli sani. Con buona pace degli integratori.

Photo Cre­dit: leerbedinerone.it