La cura dei capel­li del neo­na­to è essen­zia­le ed è impor­tan­te ren­de­re il momen­to del­lo sham­poo una espe­rien­za pia­ce­vo­le per il vostro bim­bo.

Secon­do gli esper­ti, i bam­bi­ni svi­lup­pa­no tut­ti i fol­li­co­li pili­fe­ri nei pri­mi sei mesi di per­ma­nen­za nel grem­bo mater­no. Tal­vol­ta si può addi­rit­tu­ra nota­re una leg­ge­ra cre­sci­ta di capel­li dall’ecografia. Ad ogni modo, c’è una gran­de varia­bi­li­tà nel­la quan­ti­tà di capel­li che un bim­bo può ave­re alla nasci­ta, infat­ti, alcu­ni nasco­no già con una fol­ta e robu­sta capi­glia­tu­ra, altri qua­si com­ple­ta­men­te pri­vi di capel­li. I geni­to­ri di neo­na­ti sen­za, o con pochi, capel­li non devo­no pre­oc­cu­par­si: ricor­da­te­vi che ogni bam­bi­no si svi­lup­pa in modo diver­so e la cre­sci­ta dei capel­li di vostro figlio rag­giun­ge­rà pre­sto quel­la degli altri bam­bi­ni.

Nel­la mag­gior par­te dei casi, al momen­to del­la nasci­ta i bim­bi han­no una sof­fi­ce pelu­ria sul­la testa. Entro alcu­ni mesi que­sta pelu­ria ini­zia­le lascia il posto ad una capi­glia­tu­ra fat­ta di capel­li più spes­si. Anche se il vostro bam­bi­no con­ti­nua a non ave­re mol­ti capel­li duran­te il pri­mo anno di vita, è comun­que impor­tan­te man­te­ne­re puli­to il suo cuo­io capel­lu­to per aiu­ta­re la cre­sci­ta dei capel­li. . Alcu­ni sosten­go­no che rasa­re i pochi capel­li pre­sen­ti pos­sa favo­ri­re la cre­sci­ta di una capi­glia­tu­ra pie­na e più for­te. Non c’è nes­su­na pro­va di que­sto. Tutt’al più si può ave­re l’impressione che i capel­li cre­sca­no più velo­ce­men­te.

Può capi­ta­re che sul cuo­io capel­lu­to del vostro bam­bi­no si pre­sen­ti­no chiaz­ze ros­se e pel­le squa­mo­sa. Que­sto feno­me­no è cono­sciu­to con il nome di “cro­sta lat­tea” ed è gene­ral­men­te nor­ma­le. A vol­te il vostro dot­to­re può con­si­glia­re una poma­ta a base di cor­ti­so­ne, ma nel­la mag­gior par­te dei casi il pro­ble­ma può esse­re risol­to con il lavag­gio rego­la­re e l’uso di uno sham­poo deli­ca­to adat­to ai bam­bi­ni.

A vol­te ci si può anche pre­oc­cu­pa­re notan­do che il bam­bi­no può ave­re meno capel­li nel­la zona del­la nuca. Que­sto feno­me­no è abba­stan­za dif­fu­so tra i neo­na­ti e dipen­de essen­zial­men­te dal­la posi­zio­ne assun­ta nel­la cul­la. Il con­si­glio è quel­lo di cam­bia­re spes­so la posi­zio­ne del neo­na­to duran­te il son­no per favo­ri­re la cre­sci­ta dei capel­li. Nor­mal­men­te il bam­bi­no duran­te il son­no ten­de­rà a girar­si ver­so la mam­ma in manie­ra natu­ra­le. Cer­ca­re di ruo­ta­re la posi­zio­ne del bam­bi­no di not­te in not­te, favo­ri­reb­be anche la cre­sci­ta dei capel­li nel­le zone che si appog­gia­no più spes­so al cusci­no.

Quan­do ci si pren­de cura dei capel­li di un neo­na­to la cosa più impor­tan­te è ricor­dar­si di esse­re estre­ma­men­te deli­ca­ti. Dato che i bim­bi di que­sta età han­no pochi capel­li, non c’è alcun biso­gno di lavar­li tut­ti i gior­ni. Basta far­lo quan­do è neces­sa­rio o lasciar pas­sa­re un po’ di gior­ni tra un lavag­gio e l’altro. Ricor­da­te­vi inol­tre di esse­re mol­to cau­ti quan­do toc­ca­te le zone mol­li del­la testa del bam­bi­no. Una buo­na idea è quel­la di pet­ti­na­re dol­ce­men­te il vostro bim­bo pri­ma del­lo sham­poo, per rimuo­ve­re più facil­men­te impu­ri­tà e gro­vi­gli.

La scel­ta del­lo sham­poo è un altro aspet­to impor­tan­te per i neo-geni­to­ri. Mol­ti scel­go­no sham­poo spe­cia­li per bam­bi­ni che non irri­ta­no gli occhi. Que­sti pro­dot­ti sono sen­za sol­fa­ti, sostan­ze che si tro­va­no nel­la mag­gior par­te degli sham­poo per adul­ti. Biso­gna però con­si­de­ra­re che gli sham­poo per bam­bi­ni han­no di soli­to un pH più ele­va­to, che può favo­ri­re cre­spo­si­tà e ruvi­di­tà nel­la capi­glia­tu­ra. Una opzio­ne pos­si­bi­le in que­sto caso è quel­la di usa­re uno sham­poo spe­ci­fi­co per bam­bi­ni quan­do vostro figlio è anco­ra mol­to pic­co­lo e i suoi capel­li sono cor­ti, per pas­sa­re in segui­to ad uno sham­poo ultra-deli­ca­to via via che i suoi capel­li cre­sco­no.

Il con­si­glio più dif­fu­so è pro­prio quel­lo di con­si­de­ra­re i capel­li del neo­na­to come “prov­vi­so­ri” e quin­di di non pre­oc­cu­par­si ecces­si­va­men­te. In caso di evi­den­ti irri­ta­zio­ni o situa­zio­ni par­ti­co­la­ri è bene affi­dar­si ai con­si­gli di un medi­co.