Cosa suc­ce­de ai nostri capel­li duran­te la meno­pau­sa? Que­sta è la doman­da a cui voglia­mo dare oggi una rispo­sta. Pri­ma di adden­trar­ci in que­sto discor­so, è però d’obbligo una pre­mes­sa: non per tut­te le don­ne l’arrivo del­la meno­pau­sa cor­ri­spon­de ad un perio­do di estre­ma cadu­ta dei capel­li. Per­ché ciò avven­ga, oltre ad un par­ti­co­la­re squi­li­brio ormo­na­le che andre­mo a spie­gar­vi, biso­gna che ci sia anche una pre­di­spo­si­zio­ne gene­ti­ca all’alopecia.

Per­ché cado­no i capel­li?

Il fat­to­re deter­mi­nan­te nel­la cadu­ta dei capel­li in meno­pau­sa è il livel­lo degli estro­ge­ni, ossia il grup­po di ormo­ni fem­mi­ni­li secre­ti dal­le ova­ie. Duran­te l’arrivo di que­sta fase nel­la vita di ogni don­na, il livel­lo di que­sti ormo­ni si abbas­sa, ed è la cau­sa del­la pro­gres­si­va infer­ti­li­tà a cui si va incon­tro. Con­tem­po­ra­nea­men­te in que­sto perio­do aumen­ta il livel­lo degli ormo­ni andro­ge­ni, ormo­ni più pret­ta­men­te maschi­li che sono diret­ta­men­te col­le­ga­ti all’alopecia andro­ge­ne­ti­ca.

La pri­ma cosa che voglia­mo sot­to­li­nea­re è che non si trat­ta di una vera e pro­pria cal­vi­zie, ma di un dira­da­men­to dovu­to alla man­ca­ta sosti­tu­zio­ne del capel­lo vec­chio con un capel­lo nuo­vo a cau­sa dell’effetto degli ormo­ni sui fol­li­co­li: i nostri capel­li, infat­ti, duran­te la meno­pau­sa subi­sco­no un’alterazione del nor­ma­le ciclo di vita e rag­giun­go­no repen­ti­na­men­te la fase di cadu­ta, pri­ma che nuo­vi capel­li sia­no già pron­ti a sosti­tuir­li.

Da un’analisi ormo­na­le risul­te­rà infat­ti evi­den­te il lega­me tra la cadu­ta dei capel­li ed il livel­lo ormo­na­le: un aumen­to del livel­lo del testo­ste­ro­ne, ormo­ne andro­ge­ne­ti­co, ed, in mol­ti casi una dimi­nu­zio­ne del­la glo­bu­li­na SHGB (Sexual Hor­mo­nes Buil­ding Glo­bu­lin), che è un ele­men­to che nel nostro orga­ni­smo ha la fun­zio­ne di lega­re gli ormo­ni ses­sua­li. Que­sti sbal­zi ormo­na­li, cor­ri­spon­de­ran­no ad una pos­si­bi­le cadu­ta dei capel­li, nel­le zone più tipi­ca­men­te pro­prie dell’alopecia maschi­le.

Cosa si può fare?

Per cer­ca­re di con­tra­sta­re que­sta ten­den­za dei nostri capel­li in meno­pau­sa si dovrà cer­ca­re di evi­ta­re che i fol­li­co­li gene­ri­no capel­li sem­pre più fini (chia­ma­ti vel­lus) e dira­da­ti, per poi arri­va­re all’atrofizzazione tota­le che è cau­sa del­la cal­vi­zie. Pro­prio per que­sto vi con­si­glia­mo di sot­to­por­vi a del­le sedu­te con un mac­chi­na­rio, chia­ma­to Tri­co­press, che sarà in gra­do di riat­ti­va­re il micro­ci­clo com­bat­ten­do i pri­mi sin­to­mi e soste­nen­do i nostri fol­li­co­li nel supe­ra­re que­sto perio­do dif­fi­ci­le. Un altro aiu­to impor­tan­te, può esse­re l’assunzione di sostan­ze vei­co­la­te tra­mi­te il cuo­io cap­pel­lu­to, ossia inte­gra­re nutrien­ti e nutri­men­ti che ven­go­no meno a cau­sa degli scom­pen­si ormo­na­li di cui sopra.

Un perio­do dif­fi­ci­le, quel­lo dei capel­li duran­te la meno­pau­sa, il con­si­glio miglio­re che pos­sia­mo dar­vi è “pre­ve­ni­re è meglio che cura­re”; rivol­ge­te­vi quin­di ad uno dei nostri cen­tri affi­lia­ti, che sarà in gra­do di aiu­ta­re noi don­ne ad affron­ta­re que­sto perio­do, già psi­co­lo­gi­ca­men­te pro­van­te, sen­za l’ansia di per­de­re i capel­li.

Pho­to Cre­dit: huffingtonpost.com