Non tutti sanno che lavare i capelli nel modo giu­sto è fon­da­men­tale per man­te­nere la chioma igie­niz­zata, bella e in salute. Il lavag­gio è spesso visto come un gesto ripe­ti­tivo e con­sue­tu­di­na­rio che fac­ciamo sotto la doc­cia men­tre ci rilas­siamo, al quale non si pre­sta troppa atten­zione, nulla di più sbagliato!

Lo sham­poo va effet­tuato seguendo que­sti sem­plici accor­gi­menti che ci aiu­tano a pulire bene cuoio capel­luto e capelli:

  1. Prima dello shamppo –> pet­ti­nare i capelli asciutti con cura per eli­mi­nare even­tuali nodi e distri­carli. Uti­liz­zare una spaz­zola o pet­tine a denti lar­ghi che non strappi e spezzi i capelli.
  2. Sham­poo –> bagnare abbon­dan­te­mente la chioma facendo pene­trare l’acqua su cute e capelli. Distri­buire una prima quan­tità di sham­poo su tutta la capi­glia­tura mas­sag­giando ener­gi­ca­mente con senso rota­to­rio la cute, que­sto ser­virà a far pene­trare lo sham­poo tra i capelli e sti­mo­lerà la micro­cir­co­la­zione del cuoio capel­luto. Si con­si­glia di ini­ziare il mas­sag­gio dalla parte fron­tale per poi scen­dere a tem­pie e nuca. In que­sta prima fase lo sham­poo soli­ta­mente non fa molta schiuma ma sgrassa comun­que la cute. Risciac­quare abbon­dan­te­mente e ripe­tere l’operazione se necessario.
  3. Bal­samo –> appli­care sulle lun­ghezze il bal­samo e lasciare in posa per qual­che minuto. Sciac­quare con abbon­dante acqua la capi­glia­tura. La scelta del bal­samo è impor­tante, si con­si­glia di pre­di­li­gere pro­dotti senza para­beni e sili­coni e pre­fe­ri­bil­mente a base natu­rale. Si rac­co­manda, inol­tre, di non distri­buire il bal­samo sulle radici per­ché i capelli potreb­bero appa­rire più grassi e appesantiti.
  4. Dopo il lavag­gio –> tam­po­nare deli­ca­ta­mente la chioma con un asciu­ga­mano senza stro­fi­nare, per togliere l’acqua in eccesso.
  5. Usare pro­dotti con­di­zio­nanti –> una volta finito lo sham­poo e asciu­gato par­zial­mente i capelli, si con­si­glia di appli­care sulle lun­ghezze ancora umide un pro­dotto con­di­zio­nante che con­tra­sti l’umidità pre­sente nell’aria ed eviti il fasti­dioso effetto crespo.
  6. Asciu­ga­tura –> è for­te­mente scon­si­gliato l’uso del phon ad alte tem­pe­ra­ture e da una distanza troppo rav­vi­ci­nata, infatti, l’eccessivo calore potrebbe sec­care ulte­rior­mente la chioma dan­neg­giando la cuti­cola del capello. Se pos­si­bile far asciu­gare in maniera natu­rale la chioma all’aria aperta oppure usare il phon a tem­pe­ra­ture basse e a un’adeguata distanza.

Seguendo que­sti pic­coli accor­gi­menti si avranno capelli curati, in salute e puliti. Non resta che provare!