Dopo il lavag­gio quo­ti­diano dei capelli, sarebbe cosa buona uti­liz­zare il bal­samo. Molte per­sone sba­gliano a sce­glierne la giu­sta tipo­lo­gia. Lavare i capelli e basta, non è suf­fi­ciente. Per difen­derli da smog, inqui­na­mento, la durezza dell’acqua ma anche dal getto di aria calda del phon, biso­gna uti­liz­zare il bal­samo che crea un sorta di fil­tro pro­tet­tivo, ren­den­doli lumi­nosi e brillanti.

Ci sono dei cri­teri per sce­gliere il tipo migliore di bal­samo:

Prima di tutto dovete capire che tipo di capelli avete: ricci, lisci, cre­spi, sec­chi, grassi ecc. Poi cer­care il tipo di bal­samo che fa per voi. Le tipo­lo­gie sono le seguenti:

- effetto volu­miz­zante per i capelli sot­tili
– effetto ricci per­fetti
– effetto luce pro­tet­tivo per i capelli colo­rati
– effetto luce per capelli devitalizzati

Il bal­samo ha la fun­zione di idra­tare e di faci­li­tare il distri­ca­mento. Quindi se avete i capelli lisci li vedrete più mor­bidi, con i capelli sec­chi invece otter­rete una chioma più nutrita e rinvigorita.

I fat­tori ambien­tali e il modo con il quale ogni per­sona tratta i pro­pri capelli pos­sono inde­bo­lirli. Il bal­samo può essere usato due o tre volte la set­ti­mana, ma anche dopo ogni sham­poo, il suo effetto diventa effi­cace ed evi­dente quando viene uti­liz­zato spesso.

Il metodo di uti­lizzo è molto sem­plice. fon­da­men­tale tam­po­nare i capelli dopo lo sham­poo e appli­care sulla lun­ghezza mas­sag­giando con deli­ca­tezza. Dopo aver mas­sag­giato e sen­tito quel tepore che rende effi­cace il lavag­gio, lasciate agire per 4 – 5 minuti e sciac­quate molto bene. Un con­si­glio impor­tante: se avete i capelli lun­ghi appli­cate il pro­dotto dalle punte fino a metà della vostra lun­ghezza, otter­rete ottimi risultati.

Sce­gliete bene il tipo di bal­samo altri­menti otter­rete effetti indesiderati.