Oltre al lun­ghis­simo elenco di malat­tie e pro­ble­ma­ti­che con­nesse a que­sto vizio, pare che il fumo fac­cia male anche ai capelli e sia una con­causa impor­tante nell’insorgere di pro­ble­ma­ti­che del capello. Fumare nuoce gra­ve­mente alla salute di tutto il corpo, anche dei capelli, infatti la nico­tina si depo­sita su di essi e li dan­neg­gia, favo­ren­done la caduta.

Fumare influi­sce nega­ti­va­mente sulla cir­co­la­zione san­gui­gna e dan­neg­gia il DNA del fol­li­colo pili­fero. Que­sto aumenta il rischio di infiam­ma­zione nel fol­li­colo al quale viene alte­rato l’equilibrio del tes­suto epi­der­mico durante la cre­scita del capello. Dimi­nui­sce l’apporto di san­gue ai fol­li­coli e deter­mina, quindi, la cal­vi­zie.

Ormoni e pre­di­spo­si­zione gene­tica sono le cause sca­te­nanti della cal­vi­zie, ma non biso­gna dimen­ti­care che anche altri fat­tori di rischio che potreb­bero incre­men­tare la caduta dei capelli. Assieme al fumo anche una scor­retta ali­men­ta­zione e una scarsa igiene sono con­si­de­rati fat­tori che pos­sono acce­le­rare la pre­coce caduta dei capelli. L’alimentazione, l’uso di pro­dotti per capelli dedi­cati e una cor­retta igiene del capello, sono varia­bili dipen­denti dalla nostra volontà. Com­por­ta­menti che si pos­sono cor­reg­gere nell’immediato per pre­ve­nire pro­blemi di salute e caduta dei capelli.