Una ricerca svolta dalla Uni­ver­sity of Penn­syl­va­nia ha evi­den­ziato come la pro­teina PGD2 causi la caduta dei capelli. Un cam­pione di venti uomini affetti da cal­vi­zia comune, si è pre­stato ad un test sul cuoio capel­luto: l’analisi ha dimo­strato come le zone calve abbiano livelli di pro­teina PGD2 tre volte supe­riori ai livelli nelle aree rico­perte di capelli. Que­sta ecce­denza di pro­teina PGD2 è un dato di fatto.

Arre­stando gli effetti di que­sta pro­teina, i capelli potreb­bero rige­ne­rarsi. I ricer­ca­tori stanno cer­cando di svi­lup­pare un trat­ta­mento in forma di crema o unguento da cospar­gere sulle zone inte­res­sate, con lo scopo di atte­nuare l’attività della pro­teina. Par­tendo dagli ottimi risul­tati sulle cel­lule sta­mi­nali dei fol­li­coli pili­feri, il pros­simo passo oltre alla for­mu­la­zione di un pro­dotto sarà veri­fi­care que­sti risul­tati anche sulle donne. Potrebbe essere estre­ma­mente utile anche per tutte quelle donne che sof­frono di alopecia.