La fasti­diosa sen­sa­zione di pru­rito o bru­ciore al cuoio capel­luto è un feno­meno discre­ta­mente dif­fuso che può inte­res­sare sia donne sia uomini ed essere sin­tomo di diversi disturbi più o meno gravi. Se il pru­rito sus­si­ste per più di qual­che giorno, è impor­tante appro­fon­dire le cause che l’hanno indotto per inter­ve­nire con una cura adatta ed arre­stare il pro­blema. L’intensità del pru­rito può variare da per­sona a per­sona e dipende dal grado di sop­por­ta­zione che nor­mal­mente si ha. Soli­ta­mente la rispo­sta spon­ta­nea e imme­diata al pru­rito al cuoio capel­luto è grat­tare ener­gi­ca­mente la parte inte­res­sata, cosa sba­gliata e asso­lu­ta­mente scon­si­gliata per­ché non fa altro che aggra­vare il pro­blema senza creare nes­sun sol­lievo, se non appa­rente e molto tem­po­ra­neo. Grat­tare con forza può com­pro­met­tere ulte­rior­mente la situa­zione per­ché si potreb­bero creare esco­ria­zioni e tagli, ter­reno fer­tile per bat­teri e fun­ghi. Il pru­rito può essere accom­pa­gnato tal­volta anche da dolore o indo­len­zi­mento e come anti­ci­pato può avere cause anche molto dif­fe­renti tra loro, l’importante è non sot­to­va­lu­tare il pro­blema per­ché in alcune situa­zioni può essere sin­tomo di caduta dei capelli.

Come iden­ti­fi­care il pru­rito al cuoio capelluto?

Come anti­ci­pato, il pru­rito può pre­sen­tarsi assieme ad altri sin­tomi come ad esempio:

  • Pelle secca e screpolata;
  • Pustole;
  • Bru­ciore;
  • Arros­sa­mento cutaneo.

Quali sono le cause del prurito?

Le cause del pru­rito al cuoio capel­luto pos­sono essere molte e diverse fra loro, elen­carle tutte è dif­fi­cile per cui ci limi­te­remo a quelle più comuni:

  • Sebor­rea;
  • For­fora;
  • Cute secca;
  • Der­ma­tite seborroica;
  • Pso­riasi;
  • Fol­li­co­lite;
  • Pro­dotti igie­nici troppo aggressivi;
  • Eczema.

Che legame esi­ste tra pru­rito e caduta dei capelli?

Non esi­ste una rela­zione per forza con­se­guen­ziale tra pru­rito e caduta dei capelli, in quante le cause che pos­sono sca­te­nare il pru­rito sono dif­fe­renti e rap­pre­sen­tare una con­causa della caduta dei capelli. In genere, l’eccessiva pro­du­zione di sebo degra­dato sul cuoio capel­luto è un fat­tore deci­sivo per l’insorgere di pru­rito alla cute e funge da acce­le­ra­tore del pro­cesso di minia­tu­riz­za­zione dei capelli e della loro caduta. L’iperattività dell’enzima 5-alfa-reduttasi è all’origine della sovrab­bon­dante pro­du­zione di grasso e causa della caduta dei capelli di matrice ereditaria.

A chi rivolgersi?

Si con­si­glia di con­sul­tare un tri­co­logo spe­cia­li­sta per la cura del feno­meno, poi­ché pos­siede gli stru­menti e le com­pe­tenze per stu­diare le cause del pru­rito e pro­porre una cura risolutiva.