Tra le fun­zioni svolte dalla cute, quella sudo­ri­para è tra le più impor­tanti, va sot­to­li­neato, infatti, che in que­sta zona del corpo le ghian­dole sudo­ri­pare sono più nume­rose e svi­lup­pate rispetto ad altre. Da ciò, infatti, dipende la quan­tità di sebo e sudore che in alcuni casi crea con­di­zio­na­menti alla capi­glia­tura e può con­cor­rere in alcuni casi alla caduta dei capelli.

La com­po­si­zione del sudore è la seguente:

  • Clo­ruri 34,64%;
  • Sol­fati 0,16%;
  • Fosfati e qual­che trac­cia di alcali 4,18 %;
  • Mate­rie orga­ni­che 23%;
  • Acqua 38%.

Il sudore è pro­dotto dalle ghian­dole sudo­ri­pare che rice­vono gli impulsi dal nostro sistema ner­voso e rispon­dono a sti­moli sen­so­riali come, emo­zioni, sen­sa­zioni e varia­zioni di tem­pe­ra­tura (caldo e freddo). Il sudore svolge varie azioni a bene­fi­cio dell’organismo:

  • Fun­zione depu­ra­tiva –> eli­mina sostanze tos­si­che in aiuto alla fun­zione renale;
  • Fun­zione ter­mo­re­go­la­trice –> dis­sipa il calore in eccesso dal nostro corpo col­la­bo­rando con la cir­co­la­zione san­gui­gna che, per disper­dere calore, aumenta il flusso nelle zone periferiche;
  • Fun­zione emun­to­ria –> idrata e umetta la pelle;
  • Fun­zione difen­siva –> con­corre a rego­lare la flora epicutanea.

Le ghian­dole sudo­ri­pare sono di due tipi:

  1. Ecrine: con canale escre­tore auto­nomo che rag­giunge la super­fi­cie epidermica;
  2. Apo­crine: con canale escre­tore che con­flui­sce all’interno di un fol­li­colo pilifero.

Le ecrine sono in mag­gior numero ma, le apo­crine sono le prime respon­sa­bili di even­tuali cat­tivi odori. Qua­lora la sudo­ra­zione sia con­te­nuta e nor­male non causa nes­sun pro­blema di caduta dei capelli. In casi d’iperidrosi si deter­mina un inde­bo­li­mento della cute con con­se­guente mace­ra­zione e der­ma­titi, inol­tre, qua­lora la grande quan­tità di liquidi non sia rein­te­grata può suben­trare la disi­dra­ta­zione. L’eccesso di sudore sul cuoio capel­luto, oltre a creare danni este­tici, può rap­pre­sen­tare un osta­colo alla cor­retta ali­men­ta­zione del capello. In que­ste con­di­zioni il capello s’indebolisce, per poi si assot­ti­gliarsi e avvi­ci­narsi al diradamento.

Il sudore pro­voca la caduta dei capelli?

Par­lare di vera e pro­pria caduta dei capelli è ecces­sivo. In molti casi però l’iperidrosi causa un inde­bo­li­mento del cuoio capel­luto che può coin­vol­gere anche i capelli abbre­vian­done e alte­ran­done il ciclo di vita.

L’iperidrosi non è da sot­to­va­lu­tare, fare un check up del pro­prio cuoio capel­luto per testare lo stato di salute è importante.