Il capello è la parte del nostro corpo che più si pre­sta ai cam­bia­menti det­tati dalla moda, nei secoli, infatti, accon­cia­ture e tagli sono stati fatti per iden­ti­fi­care l’appar­te­nenza sociale a deter­mi­nati popoli, per motivi reli­giosi e cul­tuali, per distin­zioni di sesso ed età, e molti altri. Al giorno d’oggi i capelli incor­po­rano i signi­fi­cati pas­sati aggiun­gendo altre valenze a carat­tere più per­so­nale come la volontà del sog­getto di tra­smet­tere deter­mi­nati mes­saggi, di ribel­lione oppure di appar­te­nenza sociale.

Nel periodo Antico i popoli usa­vano accon­ciare i capelli per distin­guere donne e uomini, ma anche il grado sociale e abbel­li­vano la capi­glia­tura con pol­vere d’oro o acces­sori in metalli pre­ziosi. Sap­piamo che i popoli meso­po­ta­mici, come i Sumeri, ave­vano pre­va­len­te­mente i capelli neri e che furono i primi a sco­prire lhenné per la tin­tura dei capelli.

Nell’antico Egitto gli appar­te­nenti ai ceti infe­riori si rade­vano il capo, men­tre nelle classi più ele­vate i maschi por­ta­vano fran­gette, zaz­zere, trec­cine e le donne par­ruc­che accon­ciate in maniera singolare.

Per tutta l’Età Clas­sica ed Elle­ni­stica, i Greci erano soliti tagliare i capelli corti in gio­vane età per con­sa­crarsi alle divi­nità, men­tre le donne rac­co­glie­vano i capelli con nastri, bende e dia­demi sul capo o sulla nuca. Le prime vere tin­ture furono spe­ri­men­tate dalle donne ate­niesi che uti­liz­za­vano delle pol­veri bian­che, rosse e dorate per colo­rare i capelli. La moda greca fu adot­tata anche dai Romani che in pre­ce­denza non ave­vano pre­stato tale cura alla chioma e risale all’Epoca Fla­via, una pet­ti­na­tura par­ti­co­lare fatta con capelli ricci finti fis­sati in un alto dia­dema e dispo­sti a semi­cer­chio sulla testa.

La Cina vanta una lunga tra­di­zione di accon­cia­ture di capelli, e attri­bui­sce a que­sti una forte con­no­ta­zione sim­bo­lica, infatti, per i cinesi tra­scu­rare la pro­pria chioma è segno di malat­tia o depres­sione. Le donne por­ta­vano capelli lun­ghi rac­colti in trecce o altre pet­ti­na­ture per distin­guere le spo­sate dalle nubili.

In quest’articolo abbiamo illu­strato le accon­cia­ture e i tagli di capelli dei popoli anti­chi, la pros­sima set­ti­mana ci occu­pe­remo del Medioevo e dell’Età Moderna, non mancate!