Tra gli obiet­tivi di un Blog come il nostro vi è anche quello di fare una giu­sta infor­ma­zione riguardo l’incidenza sulla salute che pos­sono avere alcune pra­ti­che come la tinta per capelli in gra­vi­danza. Risulta dove­roso affer­mare con deci­sione che le tin­ture per capelli in gra­vi­danza sono for­te­mente scon­si­gliate. Il dub­bio che atta­na­glia molte donne in stato inte­res­sante è stato chia­rito dagli esperti in più occa­sioni. Sap­piamo benis­simo come una donna tenga alla sua imma­gine e bel­lezza, ma per avere dei capelli tinti e lucenti è meglio atten­dere la nascita del figlio.

Il pro­blema è sulla ripe­ti­zione della tinta, che avviene ogni ogni mese. Il cuoio capel­luto viene espo­sto alla sostanza dan­nosa per molte volte nel corso dei 9 mesi di gesta­zione. Il con­si­glio è andare dall’erborista e cer­care una solu­zione natu­rale, addi­rit­tura vege­tale, senza colo­ranti chi­mici e pericolosi.

Un esem­pio può essere la tin­tura che sva­ni­sce con lo sham­poo, que­sta non pene­tra nell’organismo e quindi non mette a rischio com­pli­ca­zioni nel nascituro.

Gene­ral­mente le tin­ture per­ma­nenti non ven­gono con­si­gliate in gra­vi­danza. I cosid­detti “colpi di sole”, invece, che non inte­res­sano il cuoio capel­luto allon­ta­nano il peri­colo di assor­bi­mento di sostanze nocive per via transdermica.

Cer­cate di pen­sare alla crea­tura che avete in grembo e non pre­oc­cu­pa­tevi, vostro marito o il vostro com­pa­gno vi amerà anche con i capelli bianchi.