La lacca per capelli è uno dei pro­dotti più dif­fusi nei saloni di bel­lezza e nelle case delle signore dalla capi­glia­tura sem­pre per­fetta. Spesso la lacca viene presa di mira in quanto pro­dotto dan­noso, ma non sem­pre è così e quindi è bene pre­stare par­ti­co­lare attenzione .

La lacca per capelli, inven­tata nel 1948 dalla Chase Pro­ducts Com­pany è di fatto meno potente di altri pro­dotti come la cera per capelli e il gel per capelli.

La com­po­si­zione della lacca per capelli è solitamente:

  • resine poli­me­ri­che
  • pla­sti­fi­cante
  • gas
  • sol­vente

L’evoluzione della lacca per capelli ha per­messo di otte­nere oggi un pro­dotto alta­mente volu­miz­zante e fis­sante che è bene uti­liz­zare con par­si­mo­nia. L’abuso è quindi asso­lu­ta­mente da evi­tare in con­si­de­ra­zione del fatto che i danni ai capelli sono sem­pre die­tro l’angolo. Al fine di evi­tare pro­blemi, diversi par­ruc­chieri non uti­liz­zano più la lacca in favore di altri model­lanti. Gli effetti nega­tivi regi­strati sono infatti:

  • Aller­gie
  • Irri­ta­zioni
  • Der­ma­titi da contatto

Il nostro con­si­glio con­si­glio è quello di spruz­zare la lacca per capelli ad una certa distanza dalla testa al fine di evi­tare spia­ce­voli irri­ta­zioni che potreb­bero anche cau­sare danni gravi ai capelli.