Durante l’estate la nostra capi­glia­tura è sot­to­po­sta a stress mag­giori, il sole, l’acqua salata e il cloro pos­sono inde­bo­lirla e ren­derla più secca, ecco per­ché è impor­tante pren­der­sene cura uti­liz­zando pro­dotti pro­tet­tivi e cura­tivi, come pro­te­zioni solari, sham­poo non aggres­sivi e bal­sami nutrienti.

Ma non solo, anche l’ali­men­ta­zione gioca un ruolo rile­vante per il benes­sere del nostro orga­ni­smo e dei nostri capelli, una dieta sana e bilan­ciata con­corre ad avere capelli sem­pre belli e in salute.

Come sap­piamo, il capello è costi­tuito da:

  • pro­teine spe­cia­liz­zate, le che­ra­tine;
  • acqua;
  • grassi;
  • pig­menti;
  • oli­goe­le­menti.

Un’alimentazione povera di pro­teine può cau­sare l’inde­bo­li­mento del capello e ral­len­tare la sua nor­male cre­scita. Le pro­teine nutrono, danno volume e raf­for­zano la strut­tura del capello, oltre a pre­ve­nire la cani­zie. Ecco alcuni ali­menti ric­chi di pro­teine:

  • uova;
  • for­maggi;
  • carni;
  • len­tic­chie;
  • soia;
  • fagioli.

Inol­tre, una dieta ali­men­tare povera di ammi­noa­cidi, oli­goe­le­menti, mine­rali e vita­mine può con­tri­buire, in per­sone con pre­di­spo­si­zione gene­tica, a pro­vo­care la caduta dei capelli (telo­gen efflu­vio) con effetti rever­si­bili qua­lora gli squi­li­bri ven­gano corretti.

Una dieta ali­men­tare insuf­fi­ciente o ecces­si­va­mente restrit­tiva, infatti, riduce l’apporto dei prin­ci­pali nutrienti al capello, creando squi­li­bri visi­bili. Anche l’assunzione di frutta e ver­dura è impor­tante poi­ché la man­canza ren­de­rebbe il cuoio capel­luto secco e i capelli opa­chi e aridi. Ci sono anche degli ali­menti che aiu­tano a rin­for­zare i capelli agendo pro­prio sulla cir­co­la­zione peri­fe­rica della cute, come ad esem­pio il cioc­co­lato amaro e il pepe­ron­cino.

Infine, seguire una dieta ali­men­tare bilan­ciata può sicu­ra­mente con­tri­buire a man­te­nere il cuoio capel­luto in equi­li­brio ma per con­tra­stare pro­blemi di caduta dei capelli è neces­sa­rio chie­dere il parere di uno spe­cia­li­sta per stu­diare quali pos­sono essere le cause che hanno indotto il dira­da­mento e agire su quelle. Ne con­se­gue che anche la migliore dieta ali­men­tare spesso non è suf­fi­ciente per risol­vere il pro­blema della caduta dei capelli.