Capelli-BianchiA tutti noi sarà capi­tato di pas­sare minuti davanti allo spec­chio alla “cac­cia” di capelli bian­chi cre­sciuti a tra­di­mento. Ma per­ché i nostri capelli diven­tano bian­chi? E cosa pos­siamo fare per ritar­darne la com­parsa? Vedia­molo insieme con le rispo­ste alle 9 domande prin­ci­pali sui capelli bianchi.

  1. Per­ché i capelli diven­tano bian­chi col pas­sare degli anni?
    E’ un pro­cesso, quello dei capelli bian­chi, legato all’invecchiamento della pelle. Con il tra­scor­rere del tempo, infatti, ad essa viene a man­care gra­dual­mente la mela­nina, il pig­mento che dà colore alle nostre chiome. Tale pig­mento viene pro­dotto in ognuno di noi, con diverso ritmo, per quello la com­parsa dei primi capelli bian­chi è un fatto asso­lu­ta­mente per­so­nale e non generalizzabile.
  2. I capelli bian­chi sono gene­tici?
    Si, è scritto nel vostro DNA. Guar­date quindi i vostri geni­tori e i vostri nonni per poter pre­ve­dere quando ini­zie­ranno a com­pa­rirvi i primi capelli bian­chi. Il ciclo di vita della mela­nina nel vostro capello infatti è dovuto ad una com­po­nente gene­tica che è già scritta nel vostro DNA.
  3. Strap­pare i capelli bian­chi, ne fa cre­scere di più?
    In linea di mas­sima no, per­ché – molto banal­mente – da un fol­li­colo può nascere un solo capello, non tre o cin­que. Ma non fatelo comun­que. Per­ché? Per­ché con lo strap­pare creiamo un micro trauma al nostro cuoio, che può tra­mu­tarsi in pic­cole infe­zioni. E poi, anche da un punto di vista este­tico, quando il capello ricre­scerà (bianco) – e pur­troppo ciò avviene – sarà ancora più evi­dente poi­ché, oltre che di colore diverso, anche di lun­ghezza diversa. Il gioco, quindi, non vale asso­lu­ta­mente la candela.
  4. Per­ché i capelli bian­chi ricre­scono più in fretta?
    Non è vero. E’ una cosa pret­ta­mente per­so­nale e su cui gli studi sono ancora in disac­cordo tra loro. Per tante per­sone a cui i capelli bian­chi cre­scono più in fretta degl’altri, ce ne sono altret­tanti a cui cre­scono più lentamente.
  5. E’ vero che una delle cause dei capelli bian­chi è lo stress?
    Si, soprat­tutto se avete una pre­di­spo­si­zione gene­tica. Secondo i ricer­ca­tori ame­ri­cani, uno stato di stress pro­lun­gato può far diven­tare i capelli bian­chi, poi­ché gli ormoni dello stress potreb­bero attac­care un recet­tore coin­volto nella migra­zione della mela­nina sta­mi­nale con­te­nuta nel sin­golo fol­li­colo. Cer­chiamo di spie­gar­velo in parole più sem­plici: uno stato di stress, porta a “con­su­marsi” quella sostanza che dà colore ai nostri capelli e, di con­se­guenza, que­sti pos­sono diven­tare bianchi.
  6. Seguire una dieta equi­li­brata, può aiu­tare a ral­len­tare la com­parsa di que­sti fasti­diosi capelli bian­chi?
    Sì, asso­lu­ta­mente. Per con­tra­stare i capelli bian­chi è fon­da­men­tale, soprat­tutto, assu­mere una suf­fi­ciente quan­tità di vita­mina B, in par­ti­co­lare della B5 e dell’acido pan­to­te­nico. Una pre­ma­tura com­parsa di fili bian­chi tra le vostre chiome, può essere anche dovuto a que­sta carenza, facil­mente col­ma­bile con un ade­guato integratore.
  7. Il fumo ne è una causa?
    Il fumo fa male. A tutto il nostro orga­ni­smo, capelli inclusi. Sicu­ra­mente, quindi, in per­sone che abbiano una pre­di­spo­si­zione gene­tica al capello bianco, anche il taba­gi­smo può essere un aggra­vante della situazione.
  8. E’ vero che sui capelli bian­chi, pren­dono solo le tinte per­ma­nenti?
    Asso­lu­ta­mente falso. Vi sono molti rimedi natu­rali per coprire i capelli bian­chi, come per esem­pio la tinta all’hennè, che risul­tano essere effi­caci quanto le “tinte della parrucchiera”.
  9. I capelli bian­chi pos­sono ritor­nare colo­rati?
    Ni. Non per vie total­mente natu­rali. Una volta che va a dimi­nuire la quan­tità di mela­nina nel fol­li­colo è dif­fi­cile ripri­sti­narla quando il pro­cesso avviene per un natu­rale ciclo di vita dello stesso. Si può, invece, inter­ve­nire se vi è una pato­lo­gia sca­te­nante e quindi si può ten­tare di rime­diare con inte­gra­tori e farmaci.

Photo Cre­dit: www.bigodino.it