Le tinte capelli sono trat­ta­menti este­tici molto dif­fusi sia tra i gio­vani che vogliono cam­biare la pro­pria imma­gine sia per chi vuole invece nascon­dere i capelli bian­chi, ma, in alcuni casi, pos­sono dan­neg­giare irri­me­dia­bil­mente la nostra chioma. Ecco per­ché è impor­tante sce­gliere le tin­ture con gli ingre­dienti meno dan­nosi e farsi gui­dare da un esperto del set­tore nell’acquisto.

Nei casi estremi, le tinte pos­sono addi­rit­tura bru­ciare e rovi­nare i capelli, que­sto può dipen­dere da una posa troppo pro­lun­gata o da sostanze nocive con­te­nute al loro interno che aggre­di­scono i fol­li­coli pili­feri in maniera tal­volta irre­ver­si­bile. In que­sta cir­co­stanza la domanda prin­ci­pale che sorge è: una volta rovi­nati o caduti i miei capelli pos­sono ricrescere?

La prima cosa da valu­tare è l’entità dei danni subiti dalla nostra chioma, infatti, le ustioni chi­mi­che pos­sono essere di gra­vità diverse e di con­se­guenza anche l’importanza della bru­cia­tura e della caduta dei capelli. È fon­da­men­tale valu­tare se siano stati dan­neg­giati i fol­li­coli pili­feri o meno, e a che livello.

Tra i danni più lievi vi è la rot­tura del capello, poi­ché que­sto viene inde­bo­lito e attac­cato dalle sostanze chi­mi­che con­te­nute nelle tinte. I capelli pos­sono quindi spez­zarsi e dan­neg­giarsi ma i fol­li­coli non ripor­tare alcun danno nono­stante il capello possa rom­persi alla radice. In que­sto caso, l’unica solu­zione è tagliare la chioma e atten­dere che que­sta ricresca.

Un fat­tore molto impor­tante che influenza la ricre­scita del capello è il cor­retto apporto di nutri­menti essen­ziali, che si acqui­si­sce seguendo una dieta sana e bilan­ciata che con­tenga vita­mine, mine­rali e ammi­noa­cidi basi­lari per la salute dei capelli.

Un danno invece di tipo mode­rato può essere deter­mi­nato dalla tem­po­ra­nea caduta dei capelli, se l’aggressione chi­mica ha pene­trato la cute, ma il fol­li­colo pili­fero non è stato com­pro­messo. In que­sta situa­zione si dovrà atten­dere la ricre­scita dei capelli oppure, se que­sta dovesse essere molto lenta, si con­si­glia di rivol­gersi ad un cen­tro tri­co­lo­gico di fidu­cia per un trat­ta­mento mirato e per­so­na­liz­zato che agi­sca per rin­for­zare la chioma e sti­mo­lare la ricrescita.

La caduta dei capelli o bru­cia­tura in seguito ad un’aggres­sione grave, si riscon­tra quando il cuoio capel­luto diventa lucido e calvo nella zona inte­res­sata, si tratta di un feno­meno per­ma­nente ed irre­ver­si­bile. In que­sto caso si parla di alo­pe­cia cica­tri­ziale, in quanto i fol­li­coli pili­feri sono dan­neg­giati in maniera impor­tante, tanto da non per­mette più la ricre­scita del capello. L’unica solu­zione potrebbe essere un tra­pianto di capelli per rin­fol­tire la zona inte­res­sata ma si tratta di solu­zioni che variano da medico a medico in base all’anamnesi del paziente.

Infine, è impor­tante infor­marsi con atten­zione sulle tipo­lo­gie di tinte capelli e cosa con­ten­gono al loro interno per non rischiare di met­tere in peri­colo il benes­sere della nostra chioma e incor­rere in spia­ce­voli situazioni.