A tut­ti sarà capi­ta­to alme­no una vol­ta di attra­ver­sa­re momen­ti di for­te stress, dovu­ti a mol­te­pli­ci fat­to­ri dal­la sfe­ra lavo­ra­ti­va a quel­la affet­ti­va, è impor­tan­te non sot­to­va­lu­ta­re lo stress poi­ché ha diver­se riper­cus­sio­ni sul nostro organismo…vediamo nel­lo spe­ci­fi­co come agi­sce sul­la nostra chio­ma!

Stress e perdita di capelli

Un perio­do di for­te stress, infat­ti, può gene­ra­re il Telo­gen efflu­vium, ossia la per­di­ta di capel­li tem­po­ra­nea, che si mani­fe­sta cir­ca qual­che mese dopo l’evento stres­san­te. Il dira­da­men­to dei capel­li può esse­re anche dif­fu­so su tut­to il cuo­io capel­lu­to e soli­ta­men­te dura cir­ca 6 mesi, quan­do si pro­trae di più può tra­sfor­mar­si in un distur­bo cro­ni­co.

Lo stress, inol­tre, può acce­le­ra­re la cadu­ta dei capel­li in per­so­ne con una pre­di­spo­si­zio­ne gene­ti­ca e il dira­da­men­to del­la chio­ma avvie­ne in manie­ra gra­dua­le, può esse­re dif­fu­so oppu­re loca­liz­za­to in deter­mi­na­te aree del capo. Trat­tan­do­si di fat­to­ri ere­di­ta­ri la cal­vi­zie si pre­sen­ta pre­ma­tu­ra­men­te se inne­sca­ta da altri fat­to­ri, come in que­sto caso dal­lo stress.

È impor­tan­te rile­va­re che l’evento stres­san­te può pre­sen­tar­si in manie­ra improv­vi­sa ed esse­re di una cer­ta enti­tà, in que­ste cir­co­stan­ze si può par­la­re di Alo­pe­cia Area­ta, ossia una malat­tia autoim­mu­ne che cau­sa cal­vi­zie di vari gra­di, ecco per­ché è bene non sot­to­va­lu­ta­re il feno­me­no.

Esi­sto­no cer­te tipo­lo­gie di lavo­ri in cui le respon­sa­bi­li­tà sono mol­te e i rit­mi sono fre­ne­ti­ci, que­sto può gene­ra­re ansia e agi­ta­zio­ne por­tan­do tal­vol­ta alti livel­li di stress. In que­ste cir­co­stan­ze, in per­so­ne mag­gior­men­te pre­di­spo­ste e più sog­get­te, la cadu­ta dei capel­li può veri­fi­car­si con mag­gior faci­li­tà.

Lo stress col­pi­sce sia uomi­ni sia don­ne, ma quest’ultime sem­bra­no più inte­res­sa­te dal feno­me­no poi­ché han­no diver­si com­pi­ti da svol­ge­re anche al di fuo­ri del­la vita lavo­ra­ti­va. Esse­re costan­te­men­te sot­to stress spin­ge il nostro orga­ni­smo ad con­su­ma­re mag­gior ener­gia e, come con­se­guen­za, si pos­so­no sca­te­na­re una serie di effet­ti col­la­te­ra­li, mol­ti dei qua­li deri­va­no dal­la pro­du­zio­ne ecces­si­va di cor­ti­so­lo. Que­sta sostan­za influen­za il cor­po in vari modi dal­la cadu­ta dei capel­li alla debi­li­ta­zio­ne del siste­ma immu­ni­ta­rio ed altri.

Se la per­di­ta di capel­li doves­se risul­ta­re ecces­si­va in cer­ti perio­di in cui si è mag­gior­men­te stres­sa­ti, è con­si­glia­bi­le ridur­re al mini­mo lo stress lad­do­ve pos­si­bi­le e chie­de­re il pare­re di uno spe­cia­li­sta per con­tra­sta­re la cadu­ta dei capel­li.