Ne sen­tiamo par­lare spesso ed altret­tanto spesso ne leg­giamo il nome su tan­tis­simi pro­dotti di cosmesi, ma sco­priamo insieme come e per­ché fun­ziona così bene l’olio di Argan sui capelli!

Quest’olio viene rica­vato da una pianta che cre­sce in Marocco, l’Argania Spi­nosa, ed ha rico­no­sciute pro­prietà anti­os­si­danti per la pelle e rige­ne­ranti per le nostre chiome.

Vediamo insieme i 3 prin­ci­pali casi in cui l’olio di Argan sui vostri capelli può essere una solu­zione risolutiva:

  • CAPELLI SECCHI E SFIBRATI: Se avete i capelli deboli e spenti, sfi­niti da agenti atmo­sfe­rici, smog e pro­dotti sba­gliati, potete usare que­sto olio per donar loro nuova linfa. L’olio di Argan infatti li nutre gra­zie agli acidi grassi omega 3 di cui è ricco e che sono uno dei “cibi” pre­fe­riti dai nostri capelli. In più ha pro­prietà idra­tanti per il cuoio che done­ranno nuova lucen­tezza alle vostre chiome.
  • CAPELLI CRESPI: L’olio di Argan è uno dei pochi oli in grado di pene­trare all’interno del capello stesso ed andando a soste­nerlo dall’interno lo rende più ela­stico e defi­nito, senza però appe­san­tirlo. Basta capelli cre­spi, le vostre chiome tor­ne­ranno ad avere dei bel­lis­simi ricci fluenti.
  • DANNI DA AGENTI ESTERNI: Dura vita quella dei nostri capelli: tra smog, agenti atmo­sfe­rici (in par­ti­co­lare d’estate), pia­stre, tinte, per­ma­nenti e sham­poo ric­chi di sili­coni, è ine­vi­ta­bile che le nostre chiome risul­tino devi­ta­liz­zate. Per que­sto le pro­prietà anti­os­si­danti e la vita­mina E con­te­nuta nell’olio di Argan, pos­sono aiu­tarvi ad affron­tarvi in que­sta lotta e ripa­rare i vostri capelli dai danni che tutti que­sti agenti esterni hanno provocato.

Ma come usarlo?

Noi vi con­si­gliamo di appli­carlo sui capelli ancora asciutti per farvi un impacco. Pet­ti­nate i vostri capelli e ver­sa­te­vene 5 – 6 gocce sul palmo della mano; comin­ciate a distri­buirlo – par­tendo dalle punte – risa­lendo su tutte le cioc­che e mas­sag­giando il cuoio capel­luto per qual­che minuto. Pet­ti­nate ancora in capelli per fare in modo che pene­tri ovun­que; infine, avvol­gete le vostre chiome in un asciu­ga­mano e lascia­telo ripo­sare per 20 – 30 minuti. Pro­ce­dete poi lavan­dovi i capelli nor­mal­mente con uno sham­poo neutro.

Per i casi più com­pli­cati, potete inse­rire l’olio in un vapo­riz­za­tore e appli­carne un po’, a capelli lavati, esclu­si­va­mente sulle punte.

Come tutti gli oli natu­rali, nean­che dall’olio di Argan sui capelli pos­siamo aspet­tarci mira­coli che, peral­tro nella tri­co­lo­gia non esi­stono (e dif­fi­date da chi ve li pro­mette), ma sicu­ra­mente può essere un ottimo ausi­lio senza alcuna com­pli­ca­zione. Cosa aspet­tate a provarlo?

Photo Cre­dit: www.wdonna.it/