La pia­stra per capel­li è uno dei modi più impie­ga­ti per otte­ne­re una chio­ma liscia e disci­pli­na­ta. Que­sto stru­men­to per­met­te di rea­liz­za­re, infat­ti, diver­se accon­cia­tu­re e di doma­re una chio­ma ondu­la­ta e mol­to ric­cia, cam­bian­do per qual­che ora la pet­ti­na­tu­ra usua­le ma, se non uti­liz­za­ta nel modo giu­sto, può cau­sa­re seri pro­ble­mi ai capel­li.

Non tut­te san­no che per man­te­ne­re la chio­ma sem­pre bel­la si devo­no segui­re dei sem­pli­ci accor­gi­men­ti pri­ma e duran­te l’uso del­la pia­stra per capel­li, vedia­mo assie­me di che cosa si trat­ta:

  • Sce­glie­re una tem­pe­ra­tu­ra ade­gua­ta –> ogni tipo­lo­gia di capel­lo neces­si­ta di una cer­ta tem­pe­ra­tu­ra per­ché non tut­ti i capel­li sono ugua­li ed han­no le stes­se carat­te­ri­sti­che, inol­tre, si scon­si­glia di usa­re tem­pe­ra­tu­re trop­po alte per­ché potreb­be­ro bru­cia­re irri­me­dia­bil­men­te il capel­lo. Anco­ra, non è vero che se si usa la pia­stra ad alte tem­pe­ra­tu­re s’impiega meno tem­po per liscia­re la chio­ma, si può solo rovi­nar­la più facil­men­te.
  • Asciu­ga­re i capel­li –> la pia­stra si deve usa­re solo su capel­li com­ple­ta­men­te asciut­ti, per cui si con­si­glia di asciu­gar­li con il phon usan­do la spaz­zo­la per scio­glie­re even­tua­li nodi in que­sto modo si ridur­rà il tem­po di uti­liz­zo del­la pia­stra per capel­li. Uti­liz­za­re la pia­stra sui capel­li bagna­ti cau­sa seri dan­ni, poi­ché il calo­re pro­vo­ca uno shock ter­mi­co sul capel­lo bagna­to bru­cian­do­lo.
  • Usa­re un pro­dot­to pro­tet­ti­vo –> pri­ma di uti­liz­za­re la pia­stra si con­si­glia di sten­de­re sul­le lun­ghez­ze un pro­dot­to con­di­zio­nan­te che pro­teg­ga il capel­lo dal calo­re e ren­da più sem­pli­ce l’acconciatura. Inol­tre, fun­ge­rà anche come anti-frizz sigil­lan­do il capel­lo e ren­den­do­lo meno igro­sco­pi­co.
  • Non usa­re lac­ca o gel pri­ma del­la pia­stra –> la lac­ca o il gel non devo­no esse­re mai appli­ca­ti sul­la chio­ma pri­ma di usa­re la pia­stra per­ché la quan­ti­tà di alcool con­te­nu­ta nei pro­dot­ti a con­tat­to con il calo­re potreb­be bru­cia­re i capel­li. Ecco per­ché si con­si­glia di impie­ga­re la lac­ca o il gel solo dopo aver pia­stra­to la chio­ma.
  • Divi­de­re i capel­li in pic­co­le cioc­che –> si sug­ge­ri­sce di divi­de­re la capi­glia­tu­ra in pic­co­le cioc­che per otte­ne­re il miglio­re effet­to e di pas­sa­re la pia­stra con movi­men­to dall’alto ver­so il bas­so. Il gesto deve esse­re len­to per ave­re la resa otti­ma­le ma non trop­po per­ché potreb­be bru­cia­re i capel­li in alcu­ni pun­ti.

Que­sti sono pic­co­li accor­gi­men­ti da segui­re per non rischia­re di rovi­na­re la pro­pria chio­ma per­ché usa­re respon­sa­bil­men­te la pia­stra per capel­li può evi­ta­re di adot­ta­re solu­zio­ni dra­sti­che come il taglio del­la capi­glia­tu­ra per­ché bru­cia­ta. Ecco come ave­re capel­li bel­li e lucen­ti in tut­ta sicu­rez­za!

Pho­to Cre­dit: www.capellistyle.it