I tur­banti per che­mio­te­ra­pia, assieme alle par­ruc­che, rap­pre­sen­tano un aiuto reale per le per­sone che devono attra­ver­sare momenti molto deli­cati. La par­rucca, infatti, offre un sup­porto fisico e psi­co­lo­gico alle donne che vedono mutare la pro­pria imma­gine, in seguito a deter­mi­nate tera­pie. Per non stra­vol­gere il pro­prio aspetto sce­gliere la par­rucca adatta è impor­tante, poi­ché que­sta andrà indos­sata in occa­sioni pub­bli­che ed uffi­ciali. Molte per­sone però pre­fe­ri­scono non por­tare la par­rucca anche quando si è a casa e alter­narla ad un tur­bante per che­mio­te­ra­pia. Quest’ultimo deve avere pre­cise carat­te­ri­sti­che per garan­tire il mas­simo com­fort a chi lo indossa, ossia:

  • Essere tra­spi­ra­bile;
  • Essere anal­ler­gico;
  • Essere con­for­te­vole;
  • Avere fun­zione ter­mo­re­go­la­trice;
  • Non avere cuci­ture o poche;
  • Essere com­po­sto da mate­riali natu­rali.

Alcune di que­ste carat­te­ri­sti­che sono date dalla tipo­lo­gia di mate­riale scelto e dalla sua lavo­ra­zione. I mate­riali con­si­gliati sono:

  • Viscosa di bambù –> si tratta di un mate­riale natu­rale al 100% e bio­de­gra­da­bile. È molto mor­bido al tatto ed ha fun­zioni anti­bat­te­ri­che e tra­spi­ranti. Il mate­riale assorbe il sudore in eccesso garan­tendo l’areazione del cuoio capel­luto. Pro­tegge, inol­tre, dai raggi UV e non crea irri­ta­zioni anche alle pelli più sensibili.
  • Cotone –> fibra vege­tale famosa per la sua resi­stenza e tra­spi­ra­bi­lità. È un mate­riale deli­cato adatto a tutti i tipi di pelle, ha un buon potere assor­bente e termoregolatore.
  • Cash­mere –> è una fibra di ori­gine ani­male, ela­stica, mor­bida e molto calda. Ha un buon potere assor­bente lasciando fuo­riu­scire l’umidità in eccesso pro­dotta dal corpo. È par­ti­co­lar­mente adatta per la sta­gione invernale.

I tur­banti devono per­met­tere la gestione del volume, non pos­sono essere troppo piatti o ade­renti. Esi­stono prin­ci­pal­mente tre modelli di turbanti:

  • Con lacci –> cor­re­dati da due fasce che pos­sono essere allac­ciate die­tro la nuca oppure lateralmente;
  • Cuf­fietta –> cuf­fietta con un pic­colo ela­stico situato poste­rior­mente. Nella parte fron­tale o late­rale può essere abbel­lita da deco­ra­zioni o lavo­ra­zioni particolari.
  • Cuf­fietta con fascia –> com­po­sta da una cuf­fietta e una fascia che pos­sono essere indos­sate sin­go­lar­mente o assieme secondo le necessità.

È impor­tante sapere che:

Tutti i tur­banti per che­mio­te­ra­pia devono ripor­tare la Cer­ti­fi­ca­zione CE di dispo­si­tivi medici.