Dopo aver visto i rime­di natu­ra­li fai-da-te per aiu­ta­re i capel­li sec­chi, voglia­mo dare una rispo­sta anche a colo­ro che sof­fro­no del pro­ble­ma oppo­sto: i capel­li gras­si.

Un pro­ble­ma mol­to dif­fu­so nel­la popo­la­zio­ne del mon­do occi­den­ta­le, sia tra le don­ne che tra gli uomi­ni, è dovu­to ad una sovrap­pro­du­zio­ne di sebo: que­sta sostan­za, uti­le ed indi­spen­sa­bi­le per la pro­te­zio­ne del capel­lo e del cuo­io capel­lu­to, se in ecces­so può dar vita ad una fasti­dio­sa oleo­si­tà del­la cute già poco dopo lo sham­poo. Que­sto squi­li­brio può esse­re dovu­to a cau­se di natu­ra gene­ti­ca, cam­bia­men­ti ormo­na­li, ma anche ad una ali­men­ta­zio­ne scor­ret­ta o all’abuso di tin­tu­re chi­mi­che e sham­poo trop­po pesan­ti.

Vedia­mo qual­che rime­dio fai-da-te, nostro allea­to nel com­bat­te­re que­sta bat­ta­glia:

  • MASCHERA ALL’ARGILLA VERDE: l’argilla ver­de ed il suo effet­to assor­ben­te sono sicu­ra­men­te un aiu­to per la vostra cute. Per pre­pa­ra­re que­sta masche­ra pre­pa­ra­te un bic­chie­re riem­pi­to per metà di ace­to di mele e per metà di acqua, mesco­la­te in un con­te­ni­to­re con una man­cia­ta di argil­la ver­de (pote­te tro­var­la in far­ma­cia) fino ad otte­ne­re un com­po­sto den­so. Appli­ca­te su tut­ta la testa e lascia­te in posa a sec­ca­re per 10 minu­ti. Sciac­qua­te con acqua tie­pi­da e pro­ce­de­te con il nor­ma­le sham­poo. È pos­si­bi­le modi­fi­ca­re que­sta masche­ra per otte­ne­re un trat­ta­men­to d’urto aggiun­gen­do nel com­po­sto 2 – 3 goc­ce di olio essen­zia­le di ani­ce, che ha una fun­zio­ne disin­fet­tan­te e sti­mo­la il micro­cir­co­lo.
  • MASCHERA ALLA MENTA: la men­ta vi aiu­te­rà a sti­mo­la­re il flus­so san­gui­gno alla radi­ce dei capel­li e ha, anche, azio­ne rin­fre­scan­te che dona sol­lie­vo alla vostra cute arros­sa­ta dall’eccesso di sebo. Per pre­pa­rar­vi que­sta masche­ra, pren­de­te 4 – 5 foglie di men­ta fre­sca, pesta­te­le bene e met­te­te­le a bol­li­re in un pic­co­lo pen­to­li­no d’acqua. Lascia­te raf­fred­da­re ed aggiun­ge­te 2 cuc­chiai di ace­to di mele. Otter­re­te un com­po­sto da distri­bui­re uni­for­me­men­te su tut­ti i capel­li pri­ma del lavag­gio.
  • SHAMPOO ALLA RUCOLA: come det­to in pre­ce­den­za, una del­le cau­se dei capel­li gras­si è l’utilizzo di uno sham­poo sba­glia­to che appe­san­ti­sce le vostre cuti e pro­vo­ca il fasti­dio­so effet­to unto. Per­ché non pro­va­te a pre­pa­rar­vi auto­no­ma­men­te un com­po­sto deter­gen­te per risol­ve­re que­sto pro­ble­ma? In que­sto caso è la ruco­la, ric­ca di vita­mi­na C, ad aiu­tar­vi. Pre­pa­ra­te un infu­so diret­ta­men­te con le foglie essic­ca­te di ruco­la, e mesco­la­te con un cuc­chia­io di bicar­bo­na­to e mez­zo cuc­chiai­no di zol­fo. Que­sto sham­poo sarà l’alleato per­fet­to per voi: allo stes­so tem­po done­rà sol­lie­vo alle vostre cuti e pre­ver­rà il gene­rar­si di nuo­vo sebo in ecces­so.
  • RISCIACQUO AL TIMO: vedia­mo, infi­ne, una pro­ce­du­ra da svol­ge­re a fine lavag­gio per chiu­de­re le squa­me dei capel­li. Pren­de­te 2 goc­ce d’olio essen­zia­le di timo, pian­ta dal­le pro­prie­tà astrin­gen­ti e un cuc­chia­io di suc­co di limo­ne, dilui­te in un litro d’acqua natu­ra­le e effet­tua­te con que­sta acqua al timo l’ultimo risciac­quo per con­tra­sta­re la futu­ra for­ma­zio­ne di sebo in ecces­so.

Abbia­mo quin­di visto dei rime­di fai-da-te per le varie fasi del lavag­gio. Inol­tre, come rego­le gene­ra­li, vi ricor­dia­mo che, nel caso di capel­li gras­si, è uti­le effet­tua­re un solo sham­poo ed è neces­sa­rio che il tem­po di posa sia mol­to bre­ve onde evi­ta­re di appe­san­ti­re la cute; evi­ta­te di asciu­gar­vi con phon a tem­pe­ra­tu­re trop­po alte e trop­po vici­no alla testa; infi­ne, vi con­si­glia­mo di lava­re i capel­li con acqua tie­pi­da ed effet­tua­re l’ultimo risciac­quo con acqua fre­sca per favo­ri­re la toni­ci­tà del capel­lo stes­so.