Uno dei pro­blemi più dif­fusi per le donne sono i capelli sec­chi e sfi­brati. Lo smog, gli agenti atmo­sfe­rici, ma anche i trat­ta­menti a cui li sot­to­po­niamo, sono tutte cause dell’indebolimento della strut­tura del capello stesso. Come prov­ve­dere quindi a rige­ne­rare le nostre chiome in un modo che sia al tempo stesso effi­cace e low-cost? Sem­plice! Ricor­rendo a rimedi natu­rali e di facile appli­ca­zione anche tra le mura domestiche.

Vi pro­po­niamo qui di seguito alcune solu­zioni per donare una nuova vita ai vostri capelli solo uti­liz­zando ingre­dienti che sono già pre­senti nelle vostre dispense e nei vostri frigoriferi.

  • MASCHERA NUTRIENTE ALLA BANANA: mesco­late la polpa di una banana con un paio di cuc­chiai di olio di man­dorle dolci e di olio d’oliva. Le pro­prietà for­ti­fi­canti dell’olio di man­dorla, quelle nutrienti dell’olio d’oliva e quelli vita­mi­niz­zanti della frutta schiac­ciata, for­me­ranno una vera e pro­pria bomba di ener­gia per i vostri capelli. Dopo averlo distri­buito uni­for­me­mente sulla vostra testa, aiu­tate il com­po­sto a pene­trare ovun­que pet­ti­nan­dovi con un pet­tine dai denti lar­ghi. Lasciate la maschera a ripo­sare ed agire per circa 10 – 15 minuti, dopo­di­ché lava­tevi i capelli con sham­poo e bal­samo come vostra abitudine.
  • MASCHERA ALL’UOVO E YOGURT: que­sta maschera si può otte­nere mesco­lando 5 cuc­chiai di yogurt, un albume e il succo di mezzo limone. L’uovo è sem­pre stato un rime­dio con­tro i capelli sec­chi fin dall’antichità, lo yogurt è il vei­colo giu­sto per far sì che le pro­prietà nutri­tive attec­chi­scano al capello men­tre il succo di limone for­ni­sce pro­prietà vita­mi­niz­zanti e rige­ne­ranti. Una volta otte­nuto il com­po­sto, distri­bui­telo sui capelli umidi e lascia­telo agire per circa 15 minuti avendo l’accortezza di avvol­gere i vostri capelli in un asciu­ga­mano. Dopo il periodo di posa, lava­tevi i capelli come di consueto.
  • MASCHERA ALL’ARGILLA: rivol­ge­tevi alla vostra erbo­ri­ste­ria di fidu­cia per pre­pa­rare que­sta maschera. Vi ser­vi­ranno infatti 2 cuc­chiai di argilla rosa, 2 cuc­chiai di acqua di pom­pelmo e 2 cuc­chiai di olio di buriti. Mesco­late dap­prima l’argilla con l’acqua di pom­pelmo; una volta otte­nuto un com­po­sto denso aggiun­ge­tevi l’olio. Que­sta maschera è estre­ma­mente effi­ca­cie in quanto le pro­prietà mine­rali che con­tiene per­met­tono di rios­si­ge­nare i vostri fol­li­coli, per un risul­tato visi­bile sin dalla prima appli­ca­zione. Anche in que­sto caso met­tete in posa la maschera sui capelli umidi e lasciate ripo­sare per 20 minuti, indos­sando un cuf­fia da doc­cia, per non disper­derne le pro­prietà ed otte­nere un effetto d’urto.

Se invece oltre ad avere i capelli sec­chi avete anche le dop­pie punte, vi con­si­gliamo di nutrire i vostri capelli con gli oli essen­ziali. Quelli più effi­caci per i capelli sec­chi sono la camo­milla romana, la sal­via scla­rea, la lavanda e il gera­nio. Ma come usarli? Anche in que­sto caso vi con­si­gliamo due modi per poterli appli­care: mesco­lan­done 3 – 5 gocce di olio essen­ziale in un cuc­chiaio di sham­poo deli­cato da appli­care nor­mal­mente sui capelli oppure, per un effetto inten­sivo, vi sug­ge­riamo di coc­co­larvi con un impacco all’olio caldo. Que­sto ultimo di ottiene mesco­lando 10 – 12 gocce dell’olio essen­ziale scelto a 5 cuc­chiai di olio di jojoba caldo; dovete distri­buire uni­for­me­mente il tutto sui capelli con un pet­tine a denti lar­ghi e lasciarlo agire il tutto per circa un’ora prima di sciac­quare con acqua fredda.

Ce n’è un po’ per tutti i gusti e per tutti le chiome, non vi resta che pro­vare quale di que­sti trat­ta­menti fa al vostro caso, senza rischiare di dan­neg­giarvi con i com­po­nenti chi­mici, nemici del benes­sere del capello.

Photo Cre­dit: Insu­bor­di­na­tion via pho­to­pin (license)