I nostri capelli pos­sono inde­bo­lirsi e appa­rire spenti, fra­gili e opa­chi, in seguito all’azione di alcuni fat­tori come ad esem­pio l’inqui­na­mento ambien­tale, un’ali­men­ta­zione che non pre­veda il cor­retto apporto di nutri­menti impor­tanti per l’organismo e stress psi­co­lo­gico, que­sti inne­scano i radi­cali liberi, prin­ci­pali respon­sa­bili del dan­neg­gia­mento delle strut­ture cel­lu­lari del cuoio capel­luto. I radi­cali, infatti, agi­scono in maniera nega­tiva sui mela­no­citi, respon­sa­bili della pig­men­ta­zione dei capelli, fino a pro­vo­care l’inca­nu­ti­mento della chioma con la com­parsa pre­coce o l’aumento dei capelli bian­chi. Con l’indebolimento dei fol­li­coli, anche i mela­no­citi sono dan­neg­giati, la chioma risulta così povera di pig­mento, i capelli s’ingrigiscono e si pre­sen­tano fra­gili e secchi.

Lo stress ossi­da­tivo può cau­sare effetti anche più gravi e non limi­tarsi alla depig­men­ta­zione del capello, infatti, se tra­scu­rato nel tempo, può dan­neg­giare le cel­lule del bulbo pili­fero, inde­bo­lendo i capelli fino a pro­vo­carne la caduta.

Pre­ve­nire è meglio che curare!

Ecco qual­che con­si­glio per man­te­nere i capelli in salute:

  • non fumare –> i fuma­tori hanno una pro­ba­bi­lità quat­tro volte mag­giore di subire un inca­nu­ti­mento pre­coce, rispetto a chi non fuma;
  • seguire una cor­retta ali­men­ta­zione –> il giu­sto apporto di vita­mine, oli­goe­le­menti e pro­teine nella dieta gior­na­liera aiuta a man­te­nere la chioma in salute e a pre­ve­nire futuri pro­blemi di caduta dei capelli;
  • con­sul­tare uno spe­cia­li­sta del set­tore –> per otte­nere indi­ca­zioni su un’eventuale tera­pia da seguire.

Come com­bat­tere i capelli bianchi?

Per pre­ve­nire il pro­blema è oppor­tuno rivol­gersi a un cen­tro tri­co­lo­gico di fidu­cia per una prima ana­lisi e la con­se­gna di una cura, poi­ché esi­stono dei rimedi tri­co­lo­gici rin­for­zanti ed ener­giz­zanti in grado di rie­qui­li­brare la situa­zione e ripor­tare la chioma in salute. Si con­si­gliano, inol­tre, trat­ta­menti con mac­chi­nari appo­siti che sti­mo­lano la nor­male atti­vità del fol­li­colo pili­fero, attra­verso cor­renti elet­tri­che total­mente indo­lori si pro­cede con la sti­mo­la­zione del meta­bo­li­smo follicolare.

Photo Cre­dit: alfemminile.com