Come ave­va­mo già anti­ci­pa­to que­sta esta­te i tagli e le accon­cia­tu­re di ten­den­za saran­no diver­si e per­so­na­liz­za­ti. Tra i look più dif­fu­si il taglio asim­me­tri­co con influen­ze rock & roll e punk come quel­lo di Emma Mar­ro­ne e l’effet­to wet hair che per­met­te­rà alle ragaz­ze con capel­li lun­ghi ma anche di media lun­ghez­za di distin­guer­si non solo sul­le spiag­ge. L’effetto bagna­to, ripre­so in più pas­se­rel­le (Come quel­la di Alber­ta Fer­ret­ti), è un taglio mol­to ordi­na­to e gla­mour che con­si­ste in capel­li lavo­ra­ti con il gel e oli e por­ta­ti indie­tro per for­ma­re chio­me e code mol­to ordi­na­te.

L’effetto bagna­to è uno sti­le fre­sco e puli­to, una accon­cia­tu­ra faci­le da otte­ne­re, per­fet­ta per le gior­na­te esti­ve. Se vole­te qual­che con­si­glio in meri­to, vi con­si­glia­mo que­sto post: Come otte­ne­re l’effetto bagna­to sui capel­li.