Si è con­clu­so da qual­che gior­no il CES 2014 di Las Vegas dove, oltre a mol­tis­si­me novi­tà nell’elettronica di con­su­mo, è sta­to pre­sen­ta­to un casco in gra­do di aiu­ta­re i sog­get­ti col­pi­ti dal­la cadu­ta dei capel­li.

Come è ben noto, una del­le prin­ci­pa­li cau­se del­la cal­vi­zie andro­ge­ne­ti­ca è pro­prio lega­ta al DHT (dii­dro­te­sto­ste­ro­ne) che col­pi­sce il fol­li­co­lo pili­fe­ro.

Il casco pro­po­sto dal­la Api­ra Scien­ce Engi­neers si basa su una tec­no­lo­gia com­po­sta da 51 laser in gra­do di inver­ti­re il pro­ces­so di cadu­ta dei capel­li in cir­ca un anno dall’inizio dell’utilizzo.

I pri­mi effet­ti del laser saran­no già visi­bi­li nei pri­mi 4 – 6 mesi di uti­liz­zo con un evi­den­te aumen­to di pro­du­zio­ne dei capel­li avve­nu­ta gra­zie al “risve­glio” dei fol­li­co­li inte­res­sa­ti. Il suo uti­liz­zo appa­re sicu­ro e il siste­ma è sta­to appro­va­to dal­le più impor­tan­ti socie­tà scien­ti­fi­che degli Sta­ti Uni­ti.

Il laser impie­ga­to nel casco uti­liz­za una lar­ghez­za d’onda pari a 566 nano­me­tri in gra­do di risve­glia­re e ripri­sti­na­re la cre­sci­ta dei fol­li­co­li dor­mien­ti.

Este­ti­ca­men­te appa­re come un vero e pro­prio casco da bici­clet­ta dota­to però di cuf­fie audio che ren­de­ran­no più pia­ce­vo­le l’utilizzo. Il casco dovrà infat­ti esse­re uti­liz­za­to per 25 minu­ti al gior­no coniu­gan­do così le atti­vi­tà quo­ti­dia­ne con l’effetto bene­fi­co pro­mes­so dal dispo­si­ti­vo com­pa­ti­bi­le anche con tut­ti i più comu­ni let­to­ri mp3 e iPod.

La sto­ria del­la cura con­tro la cadu­ta dei capel­li ha visto mol­tis­si­mi dispo­si­ti­vi di ogni sor­ta e natu­ra, inclu­si quel­li al laser. Se que­sto fos­se quel­lo giu­sto?